Janus, cambio di guardia ai vertici

A
A
A
Avatar di Cosimo Baccaro 15 Luglio 2009 | 14:45
Goldman Sachs prosegue il suo momento d’oro e, dopo l’ottima trimestrale, arriva il giudizio positivo da parte di KBW. Problemi invece per Janus, che perde in borsa dopo la notizia dell’allontanamento dell’amministratore delegato.

Anche oggi una giornata di rialzi per le Borse europee. Piazza Affari guida le maggiori piazze finanziarie con una performance superiore al 2%, ma anche gli altri listini europei sono tutti in territorio positivo. Grazie alle ottime notizie arrivate dalle trimestrali di ieri, Wall Street apre positiva e spinge ancora di più all’ottimismo le piazze finanziarie del Vecchio Continente. Benissimo i bancari, con il Banco Popolare che fa registrare performance vicine ai cinque punti percentuali. Bene anche Mediolanum e Banca Popolare di Milano.

Continua il buon momento per [s]Goldman Sachs[/s].
Dopo la giornata trionfale di ieri in cui l’uscita della trimestrale ha mostrato una netta ripresa dei conti rispetto ai trimestri precedenti, oggi arriva il report molto positivo della società di consulenza Keefe, Bruyette & Woods.
KBW ha infatti alzato il rating di Goldman Sachs da market perform ad outperform. Il target price è stato rivisto al rialzo da 169 dollari a 195 dollari.
La ex-banca d’affari, secondo gli analisti di KBW, mostra dei chiari segnali di ripresa e si prevede che anche nei prossimi trimestri possa spuntare utili importanti. Anche in condizioni di mercato difficili, Goldman Sachs ha saputo nel secondo trimestre far registrare un utile.
Gli analisti consigliano il titolo a degli investitori pazienti, perché  nel breve potrebbe subire degli stop, ma gli indici di rendimento della società mostrano una situazione di guadagno per chi saprà aspettare.

Altro titolo americano nella bufera è [s]Janus Capital[/s], società di gestione di fondi.
Nelle contrattazioni che precedono l’apertura del mercato statunitanse, il titolo ha perso quasi il 10%.
A provocare il tracollo è stata la notizia improvvisa della sostituzione dell’amministratore delegato della società, Gary Black. Il suo posto è stato preso da Tim Armour, che assumerà l’incarico ad interim finché non verrà nominato un successore. Il rapporto tra Black e la società è sempre stato fatto di alti e bassi. Tra i motivi di maggiore contrasto c’è stata la politica austera riguardo le retribuzioni voluta dal CEO di Janus.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso secondo alcuni è stata la scoperta di passate trattative per la vendita della società. Nei mesi scorsi Janus è stata al centro di parecchie voci di mercato che la volevano protagonista di un takeover, ma vista l’elevata richiesta (30 volte gli utili attesi nel 2009), l’accordo è sfumato. La società ha comunque precisato che l’avvicendamento è stato amichevole e deciso a maggioranza dal consiglio d’amministrazione.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 65,83 EUR 1,78%
American Express NYSE 24,20 USD -1,31%
Axa EURONEXT 12,47 EUR 2,38%
Azimut BORSA ITALIANA 6,23 EUR 2,30%
Banca Generali BORSA ITALIANA 5,88 EUR 3,16%
Bank of NY Mellon NYSE 28,50 USD -0,11%
Barclays LSE 300,00 GBp 1,21%
BlackRock NYSE 170,14 USD -1,14%
BNP EURONEXT 47,85 EUR 3,06%
BPM BORSA ITALIANA 3,86 EUR 0,59%
Citigroup Inc NYSE 2,89 USD 3,96%
Credit Agricole EURONEXT 9,40 EUR 2,21%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 49,32 CHF 1,31%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 46,70 EUR 2,60%
Dexia EURONEXT 5,38 EUR 5,06%
Fortis EURONEXT 2,45 EUR 2,00%
FT Inv. NYSE 68,99 USD -0,25%
Goldman Sachs NYSE 149,84 USD 0,27%
Henderson LSE 94,25 GBp 4,14%
HSBC Investments LSE 510,80 GBp 2,06%
ING EURONEXT 6,94 EUR 4,47%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,29 EUR 4,45%
Invesco NYSE 16,82 USD -1,41%
Janus Capital Group NYSE 10,95 USD 1,86%
Jp Morgan NYSE 34,45 USD -0,75%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 42,10 CHF 1,54%
Legg Mason NYSE 23,38 USD -1,97%
Man Group LSE 259,50 GBp 3,08%
Mediobanca BORSA ITALIANA 8,63 EUR 3,91%
Mediolanum BORSA ITALIANA 3,58 EUR 2,51%
Morgan Stanley NYSE 27,60 USD -1,11%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,12 EUR 3,33%
Natixis EURONEXT 1,30 EUR 1,41%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 60,10 SEK 0,67%
Raiffeisen wienerborse 26,47 EUR 4,13%
Schroders LSE 809,50 GBp 0,68%
Skandia (Old Mutual) LSE 80,50 GBp 0,90%
State Street NYSE 46,27 USD -0,56%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 13,70 CHF 3,55%
Unicredit BORSA ITALIANA 1,75 EUR 2,52%

Dati di chiusura del 14 luglio 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, nasce un gigante italiano

Banco Bpm: in tre giorni di Borsa, passato il 10% del capitale

Matrimonio Banco Popolare – Bpm, l’ultimo ostacolo è la Consulta

NEWSLETTER
Iscriviti
X