Bce e Cina: i market mover della settimana

A
A
A
di Max Malandra 5 Marzo 2019 | 18:29

A cura di Peter Rosenstreich, Head of Market Strategy di Swissquote

La Cina continua a fare notizia. Dopo aver dominato le news delle ultime settimane sulle indiscrezioni riguardanti l’accordo commerciale con gli Usa, oggi nel corso del primo giorno del Congresso annuale del Partito del Popolo, le stime di crescita sono state relegate in una banda compresa tra il 6 e il 6,5% in base ad una politica indirizzata alla stabilità e dopo aver preannunciato significativi tagli fiscali. Lo stimolo fiscale e politiche monetarie più espansive dovrebbero portare ad un taglio dei tassi da parte della banca centrale di 150 punti base entro il 2019.

Sebbene la crescita domestica inizi a languire, crediamo che il Pil cinese si stabilizzerà grazie alla crescita della domanda di beni della madrepatria. La corsa al rialzo della moneta è destinata però a rallentare dal momento che i mercati si stanno rilassando in merito alla questione dei dazi con gli Usa e tornano a focalizzarsi sul peggioramento della bilancia dei conti correnti.

L’Europa ci offre un quadro complesso dopo l’ultimo dato sui PMI che mostra Francia e Germania in leggera ripresa mentre l’Italia entra tecnicamente in recessione con i titoli a media scadenza che iniziano a rendere come i decennali al 2,75% (100 punti base sotto i titoli greci che però, a differenza di quelli italiani, stanno stringendo).

Sarà dunque questo lo scenario che la Bce si troverà davanti alla riunione di dopodomani, con previsioni di crescita (0,4% per Europa) che per il momento (e insieme a quelle relative all’inflazione) non dovrebbero venire sforbiciate, in attesa di capire cosa ne sarà della Brexit. La possibilità di nuovi rifinanziamenti tramite il TLTRO sarà il vero catalizzatore dell’attenzione anche se non avrà, a nostro parere, molti effetti sull’economia reale. La volatiiltà che si potrebbe creare a seguito della riunione dovrebbe rimanere comunque contenuta.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, Cina: cinque miti da sfatare

Asset allocation, Cina: la view di Federated Hermes

Asset allocation, Cina: la view di Gam Italia Sgr

NEWSLETTER
Iscriviti
X