Focus obbligazioni: Cct Eu ottobre 2024

A
A
A
di Max Malandra 8 Marzo 2019 | 10:00

L’ammontare emesso per questa obbligazione governativa – 3,5 miliardi di euro – è garanzia di liquidità. Stiamo parlando di un Cct Eu a tasso variabile (Isin: IT0005252520), con cedola pari all’1,10% oltre il tasso dei Bot a sei mesi (ora tornato a zero). Quotato su Borsa Italiana, passa di mano a poco meno di 96, offrendo quindi a scadenza un interessante gain anche in conto capitale (compensabile con eventuali minusvalenze). Inoltre le cedole, come nel caso di tutte le obbligazioni governative, sono tassate al 12,5% contro il 26% di quelle corporate.

iScoring assegna all’emissione un giudizio 6, al di sotto quindi sia della media di settore (7+) sia di quella geografica (8-). Le tensioni sul mercato obbligazionario si sono allentate, ma in ogni caso lo spread sulle scadenze decennali tra Btp e Bund si mantengono intorno ai 250 basis point.

Grafico tratto da iScoring 

IRATING: Con iRating selezioni i bond, gestisci portafogli di obbligazioni e controlli il rischio.
RATING IMPLICITO: È una valutazione indipendente del merito di credito di un’emittente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, decennale Usa atteso sopra il 2%

Fondi, da State Street tre nuovi comparti Sustainable Climate Bond

Mercati, i nuovi bond governativi e corporate della settimana sotto la lente

NEWSLETTER
Iscriviti
X