Il Fib tenta un rimbalzo dal supporto dinamico ascedente. I prossimi target

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 11 Marzo 2019 | 18:00

Il Fib prova a rialzare la testa. La tenuta, almeno per il momento, del supporto dinamico ascendente (limite inferiore del canale rialzista all’interno del quale si muovono i corsi da inizio anno) coincidente in area 20.400 punti con il passaggio della media mobile a 21 sedute favorisce un prossimo allungo del future sull’indice Ftse Mib con scadenza marzo 2019 verso la soglia tecnica e psicologica a quota 21.000. Un ostacolo dal quale però il dertivato è già stato di recente respinto.

Dal punto di vista operativo

Solo quindi un eventuale conferma del superamento dei 21.000 punti potrebbe consentire all’uptrend in atto di proseguire con obiettivi, nel caso, a 21.370 prima e 21.500 poi. Per contro, il cedimento confermato dei 20.400 innescherebbe un nuovo ritracciamento con obiettivi in area 20.000 punti.       G.R.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il Fib alle prese con la media mobile a 25 giorni

Pioli (Cfi): “Ftse Mib, sconveniente comprare alle quotazioni attuali”

Ostacolo sul livello 23.300 per il Fib

NEWSLETTER
Iscriviti
X