Mediterraneo nelle mire delle due big bank italiane

A
A
A
di Cosimo Baccaro 21 Luglio 2009 | 15:03
Intesa Sanpaolo e Unicredit puntano ad allargare la loro operatività nel bacino del Mediterraneo. Gli analisti di Bank of America provano ad anticipare i risultati delle trimestrali di Generali e Mediolanum, e vedono positivo.

Ancora una giornata di forte rally per le principali Borse europee, con in testa Piazza Affari. Anche Wall Street apre positiva, dopo che, prima della opening bell, sono uscite alcune trimestrali positive.
A Milano si tratta del settimo giorno consecutivo di rialzo, spinto dai finanziari, in particolar modo dagli assicurativi. Generali, [s]Unipol[/s] e Alleanza sono le migliori del listino con rialzi superiori ai quattro punti percentuali. Bene anche i bancari, con Unicredit che beneficia della revisione al rialzo da parte di Bnp Paribas.

Intanto a margine del Forum Economico e Finanziario per il Mediterraneo, i due uomini d’oro del sistema bancario parlano dei loro obiettivi espansionistici nel bacino mediterraneo.
Intesa Sanpaolo ha puntato su questo mercato in tempi non sospetti. Già due anni fa Intesa aveva acquisito per 1,25 miliardi l’egiziana Bank of Alexandria. Questa acquisizione ha rappresentato per [p]Corrado Passera[/p] un punto di partenza per poter espandersi in quella parte del mondo.
In effetti il bacino d’utenza potenziale del Mediterraneo raggruppa 260 milioni di persone. L’area in questione è molto importante e presenta un alto potenziale, in quanto l’interscambio fra Italia e Nord Africa supera quello con Cina e India messe insieme.
Anche Unicredit ha dichiarato il suo interesse per l’area, nonostante il suo mercato di riferimento sia quello dell’Europa centro-orientale. L’istituto guidato da [p]Alessandro Profumo[/p] è già la terza banca in Turchia, e il fondo sovrano della Libia possiede quasi il 5% del capitale.

Il broker americano [s]Bank of America[/s] prova ad anticipare i risultati delle prossime trimestrali degli istituti italiani.
[s]Generali[/s] oggi è in forte rally, con il titolo che viene acquistato ad oltre 15,5 euro, sui massimi da un mese a questa parte. L’intero settore assicurativo europeo è in forte rialzo nell’ultimo periodo, ma il giudizio positivo degli analisti di BofA ha contribuito all’ottima performance del titolo. Il broker americano ha alzato il target price a 15 euro, dai precedenti 14,5 euro, anche se la raccomandazione resta stabile a neutral. Gli analisti sono anche molto ottimisti sui dati della prossima trimestrale, che uscirà il 31 luglio.  Gli utili operativi sono stimati a quota 100 milioni di euro, mentre si aspetta un utile netto di 400 milioni. I dati sono previsti su livelli che non si vedono dal secondo trimestre del 2008.
Anche [s]Mediolanum[/s] è sotto la lente di BofA. La prossima trimestrale, che uscirà il 29 luglio, è prevista con numeri in miglioramento rispetto a quelli del primo trimestre dell’anno. Gli analisti stimano un utile di 73 milioni di euro, di molto superiore ai 38 milioni dello stesso periodo del 2008, anche se la raccomandazione rimane underperformance.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 70,02 EUR 2,88%
American Express NYSE 28,69 USD 2,35%
Axa EURONEXT 13,51 EUR 2,19%
Azimut BORSA ITALIANA 7,00 EUR 4,09%
Banca Generali BORSA ITALIANA 6,63 EUR 5,74%
Bank of NY Mellon NYSE 29,42 USD 0,10%
Barclays LSE 313,00 GBp -0,03%
BlackRock NYSE 180,79 USD 0,56%
BNP EURONEXT 50,57 EUR 2,20%
BPM BORSA ITALIANA 4,07 EUR 0,31%
Citigroup Inc NYSE 2,86 USD -5,30%
Credit Agricole EURONEXT 9,98 EUR 0,51%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 51,70 CHF 2,58%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 49,10 EUR 2,04%
Dexia EURONEXT 5,53 EUR -0,14%
Fortis EURONEXT 2,65 EUR 2,71%
FT Inv. NYSE 73,17 USD 0,83%
Goldman Sachs NYSE 159,39 USD 1,63%
Henderson LSE 93,25 GBp 1,91%
HSBC Investments LSE 559,00 GBp 2,57%
ING EURONEXT 8,07 EUR 3,32%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,39 EUR 0,42%
Invesco NYSE 18,06 USD 1,35%
Janus Capital Group NYSE 12,37 USD 2,83%
Jp Morgan NYSE 36,63 USD -0,70%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 44,70 CHF -0,31%
Legg Mason NYSE 25,14 USD 3,84%
Man Group LSE 285,75 GBp 1,69%
Mediobanca BORSA ITALIANA 8,99 EUR 1,53%
Mediolanum BORSA ITALIANA 3,75 EUR 0,74%
Morgan Stanley NYSE 28,21 USD 0,79%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,20 EUR 0,59%
Natixis EURONEXT 1,36 EUR -0,51%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 65,30 SEK 2,19%
Raiffeisen wienerborse 27,55 EUR -0,93%
Schroders LSE 874,50 GBp 1,33%
Skandia (Old Mutual) LSE 88,90 GBp 3,25%
State Street NYSE 48,47 USD 0,75%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 14,48 CHF 0,91%
Unicredit BORSA ITALIANA 1,90 EUR 2,59%

Dati di chiusura del 20 luglio 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Leonardo sale in borsa dopo annuncio commessa Usa

Anche a Piazza Affari è tempo di “allerta meteo”

Equita group prepara lo sbarco sull’Aim Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X