Fib, parola d’ordine resilienza

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 27 Marzo 2019 | 18:00

Avanti con estrema cautela. Questa la marcia del Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza giugno 2019, che ha oscillato oggi intorno ai 20.600 punti dopo aver toccato in mattinataun minimo a quota 20.460 e un massimo, nel primo pomeriggio a 20.885. Gli indicatori tecnici sono quindi rimasti, su base giornaliera, appiattiti in territorio positivo ma ancora sufficientemente distanti dalla zona di ipercomprato da permettere un prossimo allungo dei corsi.

I prossimi target del Fib

In quest’ottica, dal punto di vista operativo, nell’ipotesi in cui quota 20.350 (livello dove transita ora la media mobile a 21 sedute) si dimostri un valido livello di sostegno per i corsi, al rialzo i prossimi obiettivi del derivato sono individuabili a 21.000 punti in prima battuta poi, nell’area compresa tra i 21.250 e i 21.300 punti e ancora a ridosso dei 21.500 punti. Per contro, in caso violazione del sostegno a 20.350 per il future si profilerebbe una correzione con target a 20.000 prima e 19.800 in seguito.       G.R.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, l’oro prova a rialzare la testa. Gli Etc a Piazza Affari

Fib, Dax ed EuroStoxx 50 incrociano al ribasso le medie mobili a 21 sedute

Le reti in Borsa: Banca Mediolanum e Banca Generali sotto i riflettori

NEWSLETTER
Iscriviti
X