Unieuro accelera il passo ma entra in territorio di ipercomprato

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 28 Marzo 2019 | 17:00

Unieuro appare graficamente inserito in un canale ascendente dall’inizio del 2019. Una dinamica confermata a metà febbraio con il superamento dell’importante resistenza ribassista di lungo termine a 11,20 euro e, a metà marzo con il sorpasso della resistenza statica di medio termine posta a quota 12. Ostacolo quest’ultimo al di là del quale il titolo ha beneficiato di un’ulteriore accelerazione che ha rapidamente spinto i corsi al test del limite superiore del suddetto canale rialzista ora passante per 13 euro.

Unieuro dal punto di vista operativo

Dopo il recente nuovo allungo dei corsi tutti i principali indicatori e oscillatori tecnici sono entrati in territorio di ipercomprato. Di conseguenza, per assistere alla continuazione dell’ascesa in atto, sarò essenziale una fase laterale di consolidamento di breve periodo. Dopodichè il titolo avrebbe potenzialmente tutte le carte in regola per puntare in prima battuta a quota 14 e poi salire sin verso i 15 euro. Attenzione però: cruciale posizionare uno stop loss a 12,45 euro, dove è posto un supporto statico di breve terime.      G.R.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, per il future sul Ftse Mib è cruciale la tenuta di quota 23.750

Tinexta aggiorna il massimo storico. I prossimi target tecnici

STMicroelectronics prova ad allungare ulteriormente il passo

NEWSLETTER
Iscriviti
X