Rilevazioni Banca d’Italia: tassi di interesse effettivi globali medi, 1° aprile – 30 giugno 2019

A
A
A
Avatar di Daniele Tortoriello 28 Marzo 2019 | 10:45

Sono stati pubblicati da Banca d’Italia i tassi effettivi globali medi (TEGM) e i valori medi dei compensi di mediazione riferiti al quarto trimestre 2018, rilevati ai sensi della legge n. 108/96. I TEGM sono segnalati dagli intermediari alla Banca d’Italia tenendo conto delle  Istruzioni per la rilevazione e dei chiarimenti forniti dal ministero dell’Economia e delle Finanze.

I tassi segnalati, corretti per la variazione dei tassi sulle operazioni di politica monetaria, sono molto importanti perché costituiscono la base per il calcolo dei tassi soglia, oltre i quali gli interessi sono considerati usurari.

I valori medi dei compensi di mediazione sono aggregati in tre categorie di operazioni; per essi non si stabilisce una soglia ma si prevede il reato di mediazione usuraria nel caso in cui gli oneri sostenuti risultino sproporzionati rispetto all’opera di mediazione.

I TEGM e i tassi soglia sono stati trasmessi dalla Banca d’Italia al ministero dell’Economia e delle Finanze che ha emanato in data 25 marzo 2019 il decreto ministeriale con le “soglie di usura”, valide per il secondo trimestre 2019, e la nota di chiarimenti. Il decreto contiene altresì i valori della maggiorazione media dei tassi di mora contrattuali, rispetto ai tassi di interesse corrispettivi, ricavati da una rilevazione
statistica campionaria condotta a fini conoscitivi dalla Banca d’Italia, d’intesa con il Ministero.

Ad esempio per i mutui con garanzia ipotecaria a tasso fisso il tasso soglia o usurario è pari a 7,2625% mentre per quelli a tasso variabile è pari al 6,9125%.

Per una visione dettagliata dei tassi pubblicati si rimanda al documento ufficiale della Banca d’Italia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X