Borse in rialzo in Eurozona, la Le Pen fa meno paura

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi3 marzo 2017 | 13:40

LE PEN FA MENO PAURA IN FRANCIA – Più che la Yellen potè il sondaggio sulla Le Pen: nel più recente sondaggio effettuato in Francia il candidato indipendente di centro Emmanuel Macron, per la prima volta, supera la candidata di destra, Marine Le Pen. Complici anche le disavventure del candidato di centro destra Francois Fillon, calato al 19% dei consensi, Macron sale infatti al 27% dei consensi, mentre Le Pen cala al 25,5%.

LE BORSE DI EUROLANDIA RIPARTONO – La notizia provoca il generalizzato rialzo dei listini europei, viste le posizioni anti-euro della Le Pen anche perché la Odoxa, società che ha curato il sondaggio, ha anche precisato che nel caso Fillon si ritirasse chiedendo ai propri sostenitori di votare per Juppé, quest’ultimo salirebbe al 26,5% davanti a Macron (25%) e Le Pen (24%). Così a metà seduta Parigi segna +0,59%, Francoforte oscilla a -0,20%, Londra cede lo 0,28% Madrid recupera lo 0,64% e Milano guadagna l’1,13%.

FINANZIARI A TUTTO GAS, FRENA ADIDAS – Tra le blue chip dell’Eurostoxx50 (+0,64%) vola Societe Generale (+4,2%), davanti a Bnp Paribas e ING Groep, entrambe in rialzo di oltre 3 punti percentuali. Sopra il 2% di guadagno anche Bbva, Axa e Intesa Sanpaolo mentre Deutsche Bank e Banco Santander si fermano poco sotto tale soglia. In ribasso tra le blue chip europee Adidas (-1,14%), con qualche presa di profitto anche su Fresenius ed Essilor International, oltra che su Vivendi, Deutsche Poste e Deutsche Telekom, tutti tra il mezzo punto e i tre quarti di punto di ribasso.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Mercati, il grande singhiozzo

Da inizio anno i mercati si sono mossi a singhiozzo: prima hanno avuto un Gennaio estremamente posit ...

All’Italia non basta la ricchezza delle famiglie

La ricchezza privata delle famiglie non garantisce stabilità macroeconomica al nostro Paese. ...

ITForum Milano a misura di professionista

Al via le iscrizioni per l’evento, che quest’anno punta ai “professionals” ...