Possibile inversione di marcia sul Ftse Mib

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 7 Maggio 2019 | 12:30

A cura dell’Ufficio Studi di BG Saxo

Inizio di settimana in rosso per i listini, dopo che Donald Trump ha annunciato tramite Twitter di voler aumentare i dazi dal 10 al 25% su 200 miliardi di dollari di prodotti importati dalla Cina.

Piazza Affari è stata colpita duramente dalle vendite anche a causa dell’indice PMI del settore servizi in discesa a 50,4 contro le stime a 54,4 %, con l’indice principale che è arrivato a perdere oltre il 2,5% a quota 21.240 punti.

Dal punto di vista tecnico, il Ftse Mib ha rotto nella giornata odierna la neckline della configurazione testa-spalle formatasi a partire dal 03 aprile, tra 21.620 e 22.050 punti.

L’indice è sceso fino a colmare il gap rialzista apertosi tra il 29 marzo e il 01 aprile, appoggiandosi sulla media a 50 giorni e chiudendo a 21.410 punti. Prossimo obiettivo ora è il pullback con ritorno sulla neckline a quota 21.625 punti, livello al quale potremmo vedere l’apertura di un nuovo downtrend, con l’obbiettivo a 20.189 punti, a chiudere l’ulteriore gap lasciato aperto tra il 22 e il 25 febbraio. Ulteriore punto di forza del set-up ribassista è la lieve divergenza sul RSI a 9 periodi.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, ecco come posizionare i portafogli dopo la recente discesa

Mercati: parla Putin e il gas si raffredda

Mercati: è dilemma sulla discesa del Nasdaq

NEWSLETTER
Iscriviti
X