Tre bond di breve termine per arrivare liquidi al 2021

A
A
A
di Max Malandra 10 Maggio 2019 | 10:00

Un mini paniere di tre obbligazioni di breve termine. È lo scopo di questo portafoglio che punta a rendimenti interessanti pur rimanendo in un orizzonte temporale di poco meno di 18 mesi. L’obiettivo? È arrivare liquidi al 2021 quando dovrebbero essere già cambiate le politiche della Banca Centrale Europea.

L’obbligazione con scadenza più ravvicinata è quella a cinque anni emessa da Intek a febbraio 2015, con scadenza 20 febbraio 2020 (codice Isin: IT0005074577). Si tratta di una emissione non subordinata quotata al Mot di Borsa Italiana (quota intorno a 101,5-102), a tasso fisso, con cedola del 5% lordo. Né Intek né i bond hanno rating. Il rimborso avverrà in un’unica soluzione alla scadenza, ma Intek si è riservata la possibilità di richiamare, in quest’ultimo anno, anticipatamente il bond. L’alea quindi spiega in parte il rendimento del 3% per circa 11 mesi di holding period.

L’altro bond è un bancario: si tratta di una emissione decennale a tasso fisso – per un ammontare di circa 730 milioni – di Banco Bpm (codice Isin: XS0555834984) con scadenza 5 novembre 2020. Quotata all’EuroTlx, è una subordinata Lower tier II: la cedola del 6% ha cadenza annuale e alle quotazioni attuali (intorno a 106) il rendimento a scadenza si attesta al 2% circa. Il lotto minimo negoziabile è di 50.000 euro. Il rating dell’emittente è Ba1 per Moody’s e invece BBB per Dbrs.

Per ultimo una emissione in dollari Usa (che tuttavia è quella con scadenza più ravvicinata). Si tratta di una obbligazione di Banca Imi (codice Isin: IT0004960362) con lotto minimo 2.000 dollari e cedola del 4,5% e scadenza 13 settembre 2019. Il rendimento a scadenza (poco più di 4 mesi) è di poco superiore all’1% ma il timing appare interessante, dato che darebbe copertura in caso di forte volatilità sull’euro dopo le elezioni europee di fine maggio, offrendo anche gain interessanti in caso di ulteriore debolezza della moneta unica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: ancora cautela sul credito

Investimenti, obbligazioni: ecco a cosa prestare ora attenzione

Investimenti, obbligazioni: quando i minimi diventano un’opportunità

NEWSLETTER
Iscriviti
X