BFC Education – BlueAdvisor, puntata 26. I nuovi obblighi formativi per consulenti finanziari

A
A
A
di Daniele Tortoriello 17 Maggio 2019 | 08:30

Venerdì 17 maggio, alle ore 22.30, su Reteconomy (canale 512 di Sky o 260 del digitale terrestre), andrà in onda in prima TV la ventiseiesima puntata di BFC Education – BlueAdvisor, in cui Aida Maisano, Responsabile di ABIFormazione, illustra i nuovi obblighi formativi per la prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti.

A più di anno dall’entrata in vigore del nuovo regolamento intermediari Consob, si analizza come sta procedono la valutazione e l’aggiornamento delle competenze del personale addetto alla consulenza finanziaria, requisito indispensabile per poter prestare il servizio di consulenza finanziari.

I nuovi obblighi hanno avuto un forte impatto sull’organizzazione degli intermediari che infatti hanno dovuto prevedere per i propri addetti un piano di qualifica, esperienza e certificazione.

I nuovi requisiti professionali per la consulenza finanziaria sono la sintesi di tre atti normativi:

  • direttiva MIFID 2;
  • Orientamenti sulla valutazione delle conoscenze e competenze ESMA/2015/1886 it – 22/03/2016;
  • nuovo Regolamento intermediari CONSOB, Titolo IX – febbraio 2018.

La normativa ho posto quindi una serie di principi guida che possono essere così sintetizzati:

  • Qualifica: titolo di studio/iscrizione OCF/superamento esame OCF;
  • Esperienza in aree professionali attinenti alle materie punti 17 e 18 Orientamenti ESMA/2015/1886 del 22/3/2016;
  • Formazione e aggiornamento continui.

La normativa consente inoltre un bilanciamento tra titolo di studio ed esperienza professionale: “più bassa è la qualifica maggiore è l’esperienza richiesta”.

I merito alla formazione si possono poi distinguere 2 diversi regimi:

  • Formazione per dimezzare il periodo di esperienza professionale: OPZIONE;
  • Formazione continua per l’aggiornamento delle conoscenze e competenze + Formazione specifica per offerta nuovi prodotti, cambiamento di ruolo, cambiamento dei modelli di servizio, innovazione regolamentare: OBBLIGO.

 I programmi formativi sono stati ben dettagliati nelle linee guida ESMA, che ha individuato 12 competenze e conoscenze di base per la consulenza finanziaria in Europa. Queste competenze obbligatorie però non potrebbero essere sufficienti per prestare un servizio di consulenza completo e devono essere quindi considerate alla luce delle esigenze dei clienti: si è passati infatti dalla ricerca del rendimento alla ricerca di un partner in grado di assistere il cliente a 360 gradi.

La consulenza finanziaria sta infatti evolvendo nella consulenza patrimoniale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X