Bpm, risultato operativo alle stelle

A
A
A
di Cosimo Baccaro 26 Agosto 2009 | 12:00
Banca Popolare di Milano ha pubblicato la semestrale, evidenziando dei conti in buona salute. In Francia la trimestrale di Natixis nonostante la perdita fa ben sperare.

Banca Popolare di Milano nel tardo pomeriggio di ieri, quando oramai i mercati erano chiusi, ha pubblicato i risultati del primo semestre 2009. I numeri mostrano una situazione positiva, con i risultati che si sono attestati sopra le attese. Il risultato della gestione operativa è stato di 434 milioni di euro, con un incremento del 35,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo dato è il miglior risultato degli ultimi anni, grazie all’attività finanziaria passata a un attivo di 89 milioni da un passivo di 90, e ha permesso di assorbire l’aumento del costo del credito.

L’utile netto è stato di 125 milioni di euro, in calo dell’1,7% rispetto al primo semestre 2008, ma sopra le attese degli analisti. I ricavi sono cresciuti del 15,1% superando il miliardo di euro.
Nell’ultimo semestre Bpm ha visto la sua conformazione cambiare, grazie all’opa e la successiva acquisizione di Anima Sgr, dell’acquisto di Banca Popolare di Mantova e dell’aggiunta di 38 sportelli che erano di Unicredit. Tutti questi cambiamenti ha inciso per circa il 3% sui proventi operativi e per il 4% sui costi, comportando un aumento dell’1,5% del risultato di gestione.

La banca guidata da [p]Massimo Ponzellini[/p] ha inoltre fatto il punto sui prossimi eventi che la riguarderanno. In primis è prevista per la prossima settimana la firma per l’emissione dei Tremonti Bond, per un totale di 500 milioni di euro. Inoltre è stata comunicata l’adesione alla moratoria sui debiti sottoscritta da Abi governo e associazioni imprenditoriali, per la sospensione dei debiti verso le pmi. Infine è atteso il via libera dalla Consob per il nuovo prospetto informativo sul prestito convertibile emesso da Bpm nel marzo scorso.

In tema di conti, Natixis ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un rosso di 883 milioni di euro. La quarta banca francese è andata però oltre le attese degli analisti che si aspettavano una perdita superiore ai 900 milioni. La controllante Bpce, nata dalla fusione di Banque Populaire e Caisse d’Epargne e che possiede oltre il 70% di Natixis, ha dato alla sua controllata delle garanzie su asset tossici per oltre 35 miliardi di euro. Inoltre è stato approvato il piano strategico fino al 2012 in cui si prevede un ritorno all’utile già a partire dal prossimo semestre.
Tutto ciò ha portato il titolo ad aprire in forte rialzo di oltre 30 punti percentuali e alla successiva sospensione delle contrattazioni.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 79,44 EUR -0,23%
American Express NYSE 32,82 USD 0,46%
Axa EURONEXT 16,00 EUR -0,71%
Azimut BORSA ITALIANA 7,97 EUR -0,31%
Banca Generali BORSA ITALIANA 6,90 EUR 0,88%
Bank of NY Mellon NYSE 29,39 USD 0,69%
Barclays LSE 362,50 GBp 0,07%
BlackRock NYSE 202,36 USD -1,19%
BNP EURONEXT 58,65 EUR -0,59%
BPM BORSA ITALIANA 4,88 EUR 1,24%
Citigroup Inc NYSE 4,75 USD -1,45%
Credit Agricole EURONEXT 12,42 EUR 1,14%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 55,25 CHF -0,99%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 49,29 EUR -0,63%
Dexia EURONEXT 6,50 EUR 2,10%
Fortis EURONEXT 3,29 EUR -0,78%
FT Inv. NYSE 95,19 USD 2,14%
Goldman Sachs NYSE 164,94 USD 1,45%
Henderson LSE 118,50 GBp -1,25%
HSBC Investments LSE </font 671,00 GBp 1,04%
ING EURONEXT 10,36 EUR 2,37%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,90 EUR 2,20%
Invesco NYSE 20,53 USD 1,94%
Janus Capital Group NYSE 13,28 USD -1,34%
Jp Morgan NYSE 43,58 USD 1,33%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 54,45 CHF -4,31%
Legg Mason NYSE 28,77 USD 2,09%
Man Group LSE 280,00 GBp 4,83%
Mediobanca BORSA ITALIANA 9,86 EUR 2,23%
Mediolanum BORSA ITALIANA 4,33 EUR 0,23%
Morgan Stanley NYSE 30,19 USD 1,82%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,51 EUR -0,46%
Natixis EURONEXT 2,31 EUR 0,00%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 73,60 SEK -2,39%
Raiffeisen wienerborse 37,65 EUR -0,40%
Schroders LSE 1068,00 GBp -0,28%
Skandia (Old Mutual) LSE 92,55 GBp -1,75%
State Street NYSE 54,23 USD 1,74%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 18,61 CHF -0,85%
Unicredit BORSA ITALIANA 2,55 EUR -1,26%

Dati di chiusura del 25 agosto 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, nasce un gigante italiano

Banco Bpm: in tre giorni di Borsa, passato il 10% del capitale

Matrimonio Banco Popolare – Bpm, l’ultimo ostacolo è la Consulta

NEWSLETTER
Iscriviti
X