Settore rinnovabili, espansione necessaria per raggiungere gli obiettivi europei

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 31 Maggio 2019 | 15:30

Uno studio del Politecnico sul settore rinnovabili supporta la view positiva degli analisti di Equita sulla forte espansione necessaria nel comparto con oltre 40GW di nuova capacità necessaria a raggiungere gli obiettivi europei (prevalentemente eolico e solare). Nel dettaglio il rapporto sottolinea la necessità di:

  • Di sostenere le attività di revamping e repowering, senza le quali il raggiungimento degli obiettivi è impossibile.
  • Il cambio normativo per facilitare lo sviluppo del solare e dei sistemi a batteria.

Equita condivide la view del politecnico e ritiene che il Governo italiano porrà in essere modifiche normative nei prossimi mesi per facilitare lo sviluppo del settore. Tra queste, la Sim milanese ritiene possibile anche l’accesso agli incentivi (solo di garanzia prezzo e non economici) anche per le attività di re-powering, con Erg, nel caso, prima beneficiaria. Il titolo ha infatti una maggiore esposizione al revamping/repowering degli assets esistenti e tratta con un PE 2020 di 20x (contro una media del settore di 24x.

Probabile inoltre, sempre secondo Equita, che possa essere approvato il decreto che garantisce aste di capacità per 7000 MW nei prossimi anni (a beneficio di tutto il settore incluse Erg, Alerion, Falck, Inbre ed anche Enel).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, utility: le azioni delle rinnovabili su cui puntare secondo Equita

Mercati, Erg entra nell’S&P Global Clean Energy Index

Utility, eolico: Cingolani vuole dimezzare i tempi autorizzativi

NEWSLETTER
Iscriviti
X