Eur/Usd: le previsioni dell’analisi grafica

A
A
A
Avatar di Max Malandra 3 Giugno 2019 | 15:00

A cura di Mario Valentino Guffanti CFTe – Vice President SAMT 

Se osserviamo il grafico storico del cambio EUR-USD dal 2005, possiamo notare che la curva del tasso di cambio è all’interno di un canale con un’inclinazione negativa, e la parte superiore dello stesso è stata toccata per l’ultima volta alla fine del 2017 (1). Successivamente, il livello dei prezzi è sceso, formando nell’ultimo periodo un pattern testa e spalle, ma i prezzi non sono mai riusciti a sfondare la neckline (2).

Se osserviamo il grafico in un periodo più recente partendo dal 2015, notiamo che la parte finale della curva del prezzo immediatamente dopo il pattern testa e spalle, suggerirebbe la formazione di un altro pattern identificabile in un cuneo discendente, che avrebbe in genere una connotazione rialzista. Abbiamo quindi una sequenza di due pattern, il primo ribassista e il secondo rialzista.

In generale, è abbastanza difficile fare previsioni sull’andamento futuro delle curve dei prezzi delle valute: sono infatti le decisioni delle Banche Centrali, a volte inattese, che possono favorire l’andamento in una direzione piuttosto che in un’altra.

Tuttavia, si può notare che l’analisi grafica può suggerirci alcune informazioni interessanti: ogni volta che l’oscillatore si appiattisce (vedi punti da 1 a 3), nel periodo successivo la curva dei prezzi ha movimenti esplosivi con un forte aumento di volatilità. Generalmente, quando la curva dei prezzi è al di sopra della media mobile a 200 giorni, il movimento è al ribasso. L’opposto accade quando il prezzo è al di sotto della media mobile, che è il caso attuale. Si noti che il livello di 1.15 è un livello di resistenza di medio termine (a).

Per quanto le indicazioni tecniche propendano per un futuro movimento al rialzo, saranno poi le Banche Centrali con le loro manovre a fornire l’impulso direzionale alla curva. E’ invece più probabile l’indicazione di un prossimo aumento della volatilità, con un forte movimento di prezzo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Economia, dal secondo trimestre crescita forte ma irregolare tra le regioni

Giannini (Tradingfacile): “Azioni, ora è meglio comprare le discese piuttosto che vendere le salite”

Euro-dollaro, aria di volatilità. Ma il trend a lungo termine è favorevole alla moneta europea

NEWSLETTER
Iscriviti
X