Entertainment & Media, mercato mondiale in crescita del 4,3% all’anno da qui al 2023

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 6 Giugno 2019 | 13:30
  • Nel 2023 il mercato E&M (Entertainment & Media) mondiale varrà 2.602 miliardi di dollari rispetto ai 2.111 miliardi del 2018 (CAGR +4,3%);
  • Nei prossimi 5 anni per la prima volta la crescita della Cina, pari a 84 miliardi di dollari (CAGR +7,7%), supererà in termini assoluti quella degli USA, pari a 71 miliardi (CAGR +2,5%);
  • La spesa consumer si attesta nel 2018 a 842 miliardi, in crescita del +2,6% rispetto al 2017 e con un CAGR pari al +2,5%;
  • Il mercato pubblicitario registra nel 2018 614 miliardi in aumento del +7,5% e con un CAGR pari al +4,8%;
  • Tecnologie come AI e 5G favoriranno un rapido sviluppo di tutto il mercato E&M ed in particolare i segmenti Video games & E-sports e VR, che cresceranno rispettivamente con un CAGR pari a +6,5% e +22,2%;
  • Il digitale nel 2018 costituisce il 53,1% dei ricavi nel mercato E&M globale e continuerà a rappresentare una quota prevalente delle entrate totali anche nel futuro, raggiungendo il 61,6% nel 2023.

Sono queste le principali evidenze emerse dal rapporto di PwC Global Entertainment&Media Outlook 2019-2023Now it’s getting personal’’. Lo studio, giunto alla 20esima edizione, rappresenta un’analisi complessiva circa l’evoluzione della spesa nel settore, basata sui dati storici degli ultimi 5 anni e sulle previsioni per il quinquennio successivo.

L’edizione 2019 raccoglie le previsioni al 2023 sull’andamento in 53 paesi dei 13 principali segmenti: libri, business-to-business, cinema, data consumption, accesso ad Internet, pubblicità online, musica, radio e podcasts, quotidiani e periodici, pubblicità out-of-home, OTT video, TV tradizionale e home video, pubblicità televisiva, videogames-E-sports e realtà virtuale.

Il principale trend emergente è quello della personalizzazione: i consumatori apprezzano esperienze multimediali customizzate alle loro necessità e le aziende stanno sviluppando offerte e modelli di business mirati alle preferenze del singolo consumatore. In un momento di profondo cambiamento, le aziende fanno leva su dati e modelli di consumo per indirizzare i propri prodotti non ad un’audience composta da miliardi di persone, bensì a miliardi di singoli individui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Un mondo a tre velocità

L’Italia fra debito e crescita

Web economy: una realtà che vale miliardi

NEWSLETTER
Iscriviti
X