Il franco svizzero torna sugli scudi

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 7 Agosto 2019 | 12:30

Il franco svizzero si rafforza sull’euro in un contesto di tensioni internazionali e rallentamento congiunturale: lunedì il coss ha toccato un minimo a 1,0863. Da giorni l’euro è sorvegliato speciale. Dopo aver raggiunto 1,1477 franchi alla metà di aprile, la moneta europea è passata sotto la soglia di 1,10 franchi il 25 luglio. La divisa svizzera si è apprezzata anche rispetto al dollaro: il biglietto verde è scambiato a 0,9781.

La politica monetaria rimane argomento di ampia discussione sui mercati: dopo la decisione della BCE di lasciare invariati i tassi di interesse di riferimento e, in particolare, della Federal Reserve di tagliarli per la prima volta dal 2008, gli occhi sono ora puntati sulla Banca nazionale svizzera (BNS), che deciderà le sue mosse il 19 settembre. Gli esperti, come riportato dal sito della Rsi, hanno tuttavia spiegato come la BNS sia già intervenuta a fine luglio per indebolire il franco. Il dato pubblicato la settimana scorsa sugli averi a vista (saliti a 1,6 miliardi di franchi) rappresentano un indizio in tal senso.

Il trend dell’Eur/Chf

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex: possibile inversione rialzista per l’Euro/Dollaro

Forex: per l’Euro la discesa contro Dollaro potrebbe essere a fine corsa

Forex: euro sempre più vicino al punto cruciale

NEWSLETTER
Iscriviti
X