Generali si rafforza in Spagna

A
A
A
Avatar di Cosimo Baccaro 28 Settembre 2009 | 14:30
Generali si rafforza sul mercato spagnolo grazie alla fusione di due società già operanti nel mercato e controllate dal Leone di Trieste. Intanto Bazoli rimescola le carte e non dà per scontata la rinuncia ai Tremonti Bond da parte di Intesa.

La partenza dei listini stamattina è stata delle peggiori. Tutta l’Europa si è svegliata di malumore ed è scesa sotto i livelli della chiusura di venerdì scorso, a causa anche del tonfo di Tokyo. L’unica positiva in Europa risultava Francoforte grazie alla conferma della Merkel.
A metà seduta però i listini ritornano sopra la pari, con il FTSE  Mib che ora galleggia poco sopra la pari. Bene Banco Popolare, che sfrutta il giudizio positivo espresso dagli analisti di Kbw. Infatti questi ultimi hanno alzato la raccomandazione da market perform a outperform, spingendo così il titolo a guadagnare circa tre punti percentuali.

Importante operazione messa a segno da Generali nel mercato spagnolo.
Due società operanti nel mercato spagnolo, Estrella Seguros e Vitalicio Seguros, sono state fuse in un’unica società, la Generali Espana sa de Seguros y Reaseguros. Questa nuova compagnia, sia d’assicurazione vita che danni, sarà interamente controllata dal Gruppo Generali e diverrà operativa probabilmente dal primo semestre 2010. La neonata compagnia potrà contare su oltre 3,2 milioni di clienti e su un volume d’affari che a fine del 2008 è stato di 2,575 miliardi di euro, pari a una quota di mercato del 4,7%.

L’amministratore delegato del Leone di Trieste, [p]Sergio Balbinot[/p], ha dichiarato che questa operazione è destinata a far sì che Generali possa operare nel mercato iberico con un unico marchio in modo da rafforzare il posizionamento strategico e migliorare il servizio offerto alla clientela. L’ad ha inoltre aggiunto che ”con l’operazione di oggi si porta a compimento un piano complessivo di ristrutturazione che ha interessato negli anni recenti le nostre societa’ in Germania, Francia e Italia e che ha permesso la costante ottimizzazione dell’efficienza ed efficacia operativa del gruppo e quindi della nostra redditivita’. Risultato ottenuto anche grazie alla strategia del gruppo che ha sempre voluto esaltare i punti di forza e le specificita’ del singolo Paese”.

Oggi ha parlato anche il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, [p]Giovanni Bazoli[/p], intervistato a margine di un convegno a cui ha partecipato tenutosi presso l’Università Bocconi. Incalzato dai giornalisti sulla riunione di domani, Bazoli ha dichiarato che non è affatto scontato il risultato delle consultazioni di domani. Da tempo si dà per certa la rinuncia dell’istituto ai Tremonti Bond come misura di rafforzamento del capitale, ma queste dichiarazioni rimettono in gioco tutto e rimandano l’esito a domani.

td align=”right”> LSE

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 81,23 EUR 0,15%
American Express NYSE 33,15 USD -2,07%
Axa EURONEXT 17,44 EUR 0,11%
Azimut BORSA ITALIANA 8,57 EUR -1,55%
Banca Generali BORSA ITALIANA 8,54 EUR -2,40%
Bank of NY Mellon NYSE 29,15 USD -0,66%
Barclays LSE 357,00 GBp
2,07%
BlackRock NYSE 206,02 USD -0,11%
BNP EURONEXT 55,33 EUR -0,41%
BPM BORSA ITALIANA 5,12 EUR -0,78%
Citigroup Inc NYSE 4,48 USD 1,13%
Credit Agricole EURONEXT 13,97 EUR 0,18%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 56,65 CHF -1,73%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 51,78 EUR -0,10%
Dexia EURONEXT 6,11 EUR -0,80%
Fortis EURONEXT 3,10 EUR 2,62%
FT Inv. NYSE 99,07 USD -0,88%
Goldman Sachs NYSE 182,32 USD -0,40%
Henderson LSE 128,80 GBp -2,42%
HSBC Investments 704,20 GBp 0,11%
ING EURONEXT 11,30 EUR 1,07%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,95 EUR -1,58%
Invesco NYSE 21,12 USD -1,77%
Janus Capital Group NYSE 13,88 USD 0,29%
Jp Morgan NYSE 44,10 USD -0,61%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 52,15 CHF -5,61%
Legg Mason NYSE 29,07 USD -2,22%
Man Group LSE 298,60 GBp -1,84%
Mediobanca BORSA ITALIANA 9,95 EUR -0,55%
Mediolanum BORSA ITALIANA 4,62 EUR -1,23%
Morgan Stanley NYSE 30,48 USD -0,81%
Montepaschi Siena BORSA
ITALIANA
1,42 EUR -0,14%
Natixis EURONEXT 4,05 EUR 1,53%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 69,90 SEK -1,83%
Raiffeisen wienerborse 39,35 EUR 0,03%
Schroders LSE 1069,00 GBp -2,02%
Skandia (Old Mutual) LSE 97,15 GBp -3,04%
State Street NYSE 51,00 USD -0,55%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 18,76 CHF -1,73%
Unicredit BORSA ITALIANA 2,63 EUR 4,16%

Dati di chiusura del 25 settembre 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

Blueindex: la Yellen dà la carica ai titoli del risparmio gestito

Blueindex: brilla Banco Bpm, Janus Henderson Group in coda al gruppo

Blueindex: Deutsche Bank brilla, Wall Street festeggia l’Independence Day

Blueindex: seduta a passo di carica per le banche italiane

Blueindex: Man Group si riporta sui valori visti a fine maggio

Blueindex: in attesa di una soluzione per Bpvi e Veneto Banca i titoli bancari calano

Blueindex: a tener banco è sempre la crisi bancaria italiana

Blueindex: Old Mutual torna a mettersi in luce

Bluerating: corre Raiffeisen International, frenano Deutsche Bank e Natixis

Blueindex: le indiscrezioni fanno bene a Banco Bpm

Blueindex: finale di ottava a tutto gas per Banco Bpm

Blueindex: siamo in piena stagione delle trimestrali

Blueindex: corre Banca Generali, Banco Bpm torna a cedere terreno

Blueindex: Azimut continua a correre grazie ai numeri

Blueindex: bene Axa e Bnp Paribas, le parole di Trump frenano Wall Street

Invesco e Janus Capital brillano sul Blueindex, male Deutsche Bank e Unicredit

Sul Blueindex brilla Gam, bene anche le banche italiane

Blueindex: American Express vola dopo la trimestrale

Blueindex: una giornata memorabile per Unicredit

Bluerating, torna a brillare Legg Mason

Blueindex: su Janus Capital tornano ordini d’acquisto

Blueindex, una seduta in equilibrio quasi perfetto

Blueindex: Schroders in luce, frena Deutsche Bank

Blueindex: ancora acquisti su Henderson Group

Blueindex: Gam Holding torna a correre, frena Unicredit

Blueindex: Credit Agricole ringrazia Barclays e scatta in testa

Blueindex: State Street e Banca Mediolanum salgono in controtendenza

Blueindex: brilla Banca Mediolanum, sottotono Azimut

Blueindex: Credit Agricole torna in testa in una giornata positiva per i bancari europei

Blueindex: Barclays si fa vedere, frena American Express

NEWSLETTER
Iscriviti
X