La Sterlina tenta il recupero

A
A
A
Avatar di Alessandro Aldrovandi 22 Agosto 2019 | 17:00

L’andamento del cambio GBP/USD nel mese di agosto è stato pressoché laterale e caratterizzato da poca volatilità, se si esclude la giornata odierna con il superamento di un precedente massimo sul livello 1,2209. La giornata, pertanto, è assolutamente positiva anche grazie agli spiragli che potrebbero aprirsi in merito ad un accordo sulla Brexit tra Ue e Regno Unito, tramite gli incontri bilaterali che il premier Boris Johnson sta avendo in queste ore con i principali leader europei.

L’impostazione tecnica, quindi, è abbastanza positiva con le quotazioni che si mantengono al di sopra sia dell’indicatore Parabolic Sar che della media mobile a 25, cui si aggiunge però un indicatore Supertrend che funge ancora da resistenza sul livello 1,2281.

I segnali di trading sul cambio GBP/USD

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 1,2265 con target nell’intorno dei 1,2315 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 1,2163 con obiettivo molto vicino al livello 1,2108.
(A.A.)


L’andamento di breve termine del cambio GBP/USD

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il Fib alle prese con la media mobile a 25 giorni

Ftse Mib in stand-by. Quattro big cap italiane sotto la lente

Enel tenta un rimbalzo da supporto statico. I prossimi target

NEWSLETTER
Iscriviti
X