Per la Sterlina il trend è ancora rialzista

A
A
A
Avatar di Alessandro Aldrovandi 27 Agosto 2019 | 17:00

L’andamento del cambio GBP/USD nella seconda metà del mese agosto è stato decisamente rialzista con le quotazioni che sono passate da un minimo di 1,2023 ad un massimo di 1,2310, toccato proprio nella seduta di oggi. Da alcune sedute, in particolare, il mercato ha avuto una accelerazione positiva probabilmente dovuta al decisionismo mostrato dal Premier Boris Johnson anche in occasione del recente G7 in merito alle condizioni proposte per l’accordo Brexit (non versamento di 39 miliardi di Sterline).

L’impostazione tecnica, quindi, rimane assolutamente positiva con le quotazioni che si mantengono ben al di sopra sia dell’indicatore Supertrend che della media mobile a 25, cui si aggiunge anche un indicatore Parabolic Sar positivo. Si segnala solo come l’indicatore RSI sia nella propria area di “ipercomprato”, nell’intorno del valore 80.

I segnali di trading sul cambio GBP/USD

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 1,2310 con target nell’intorno dei 1,2375 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 1,2209 con obiettivo molto vicino al livello 1,2148.
(A.A.)


L’andamento di breve termine del cambio GBP/USD

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fib, seduta in stretto trading range

Poste Italiane prossimo al test di un importante livello di supporto

ITForum Online Week, top trader italiani: alle 16.30 l’intervista a Eugenio Sartorelli

NEWSLETTER
Iscriviti
X