Banche – Unicredit placa la fame di Pizzino

A
A
A

Nell’incontro tenutosi dall’istituto di Profumo e l’imprenditore siciliano da sei giorni in sciopero della fame, si è cercato di risolvere la situazione di credit crunch verso l’azienda in provincia di Messina.

di Fabio Coco30 settembre 2009 | 13:30

Un portavoce della banca ha riferito che stamattina si è tenuto il tanto atteso incontro tra Giuseppe Pizzino, l’imprenditore messinese in sciopero della fame davanti alla sede milanese di Unicredit per la mancata concessione di credito, e la società di Profumo.

Da giovedì scorso, infatti, l’imprenditore siciliano stava portando avanti uno sciopero della fame, visto che Unicredit non aveva concesso un prestito alla sua azienda di 320 dipendenti, che ha chiuso in rosso gli ultimi due bilanci. Cliente dell’istituto dal 1997, l’imprenditore aveva già chiesto 2 anni fa un finanziamento da 1,5 milioni, ora arrivato a 3 milioni, e desidera parlare della vicenda con l’amministratore delegato della banca in persona.

La società si è dichiarata felice per le condizioni di salute di Pizzino ed ha oggi presentato all’istituto alcune ipotesi alternative di sostegno alla sua azienda tessile sita in Brolo. A fine 2008, l’impresa ha registrato un patrimonio netto negativo per 4,3 milioni di euro, riporta Reuters, comprensivo della perdita d’esercizio pari a 5,6 milioni di euro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Banche vs clienti, vizi e virtù dell’ABF

Mps torna sul mercato

Asset allocation, bye bye bull market

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Banca Euromobiliare, sferzata private

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Unicredit, l’utile in calo ma sopra le attese

Banche, sui conti dormienti interviene il Mef

Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

Deutsche Bank FA, scatta l’operazione crescita

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Banco Bpm, il bilancio sorride

Ti può anche interessare

La guerra dei fondi

Attivi vs passivi, una sfida che forse vede il vincitore ...

Deutsche Bank, crolla l’utile nel trimestre

Tra gennaio e marzo, colosso tedesco ha realizzato profitti per 120 milioni di euro. ...

Anche Bluerating è a Cernobbio

L'apertura del Forum si concentrerà sulle “sfide globali del futuro e gli impatti sull’economia ...