Societe Generale, quattro nuovi certificati Cash Collect Plus+ su valute emergenti

A
A
A
di Stefano Fossati 28 Agosto 2019 | 13:00

Societe Generale, banca leader in Italia nel mercato degli strumenti quotati, porta sul SeDeX di Borsa Italiana quattro nuovi certificati Cash Collect Plus+ su valute emergenti che consentono di investire sul tasso di cambio tra l’euro e la valuta di Turchia, Brasile o Messico.

Le principali caratteristiche di questi prodotti, disponibili sul mercato SeDeX a partire dal 28 agosto, sono:
– un premio condizionato distribuito su base mensile compreso tra 0,45% e 1% lordo a seconda del certificato considerato;
– effetto memoria dei premi mensili condizionati non distribuiti;
– la possibilità di Liquidazione Anticipata ogni mese, dopo un anno dall’emissione, con una barriera di liquidazione anticipata che cresce mensilmente (+0.5% ogni mese) fino a 111.50% al mese 35;
– protezione condizionata a scadenza e meccanismo Plus+.

Questi strumenti sono, quindi, caratterizzati da innovative condizioni di liquidazione anticipata: dopo il primo anno, il certificato potrà essere liquidato anticipatamente su base mensile, anche in caso di un lieve deprezzamento della valuta emergente rispetto all’euro (la barriera di liquidazione anticipata parte da 100% e cresce mensilmente di +0.5% fino ad arrivare al 111,50% al mese 35).

Inoltre, a scadenza, nel caso sfavorevole di deprezzamento della valuta emergente nei confronti dell’euro tale da superare la barriera, il meccanismo Plus+ fornito da SG fornisce un’ulteriore protezione rispetto ai classici Cash Collect Certificates.

Infatti, i Cash Collect Plus+ di Societe Generale rimborseranno il valore nominale diminuito del solo deprezzamento della valuta emergente nei confronti dell’euro (espresso in percentuale rispetto allo Strike) eccedente la barriera, mentre i Cash Collect tradizionali rimborsano il valore nominale diminuito di tutto il deprezzamento percentuale.

Come funzionano gli strumenti

Al termine di ogni mese l’investitore si troverà di fronte a due possibili scenari:
1. il tasso di cambio euro/valuta emergente è inferiore o uguale al 120% (per i certificati con ISIN XS1957206144 e XS1957206227), al 140% (per il certificato con ISIN XS1957206060) o al 150% (per il certificato con ISIN XS1957205922) del rispettivo valore Strike (Strike rilevato alla data di valutazione iniziale): in questo caso il certificato riconosce un premio lordo mensile compreso tra 0,45% e 1% (a seconda del certificato considerato) oltre agli eventuali premi non distribuiti in precedenza (effetto memoria).
2. in caso contrario, il certificato non riconosce il premio, che viene “memorizzato”.

Inoltre, su base mensile, dopo il primo anno, se la valuta emergente si è apprezzata (ovvero il tasso di cambio euro/valuta emergente è inferiore o uguale al 100% del valore strike) o si è deprezzata lievemente (nei limiti della relativa barriera di liquidazione anticipata) il certificato viene rimborsato anticipatamente e riconosce il 100% del valore nominale oltre al premio mensile e agli eventuali premi “memorizzati”.

Nel caso in cui il certificato non sia stato liquidato anticipatamente, a scadenza possono verificarsi due scenari alternativi:
1. il tasso di cambio euro/valuta emergente è inferiore o uguale al 120% (per i certificati con ISIN XS1957206144 e XS1957206227), al 140% (per il certificato con ISIN XS1957206060) o al 150% (per il certificato con ISIN XS1957205922), del rispettivo valore strike (strike rilevato alla data di valutazione iniziale): l’investitore beneficia della protezione condizionata del capitale e riceve il 100% del valore nominale, oltre al premio mensile con effetto memoria;
2. in caso contrario, grazie al meccanismo Plus+, il certificato rimborserà il valore nominale diminuito del solo deprezzamento della valuta emergente nei confronti dell’euro calcolato in percentuale rispetto allo strike ed eccedente la barriera. Per esempio, a fronte di un aumento del tasso di cambio euro/valuta emergente del 41% alla data di osservazione finale (deprezzamento della valuta emergente nei confronti dell’euro), il Cash Collect Plus+ con ISIN XS1957206060, con barriera 140%, registrerà una perdita pari all’1% rispetto al valore nominale, con un rimborso pari al 99% del valore nominale (990 euro).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da SG sei nuovi Cash Collect

Certificati, da Bnp Paribas BNP Paribas una nuova serie di Step-Down Cash Collect

Certificati, da Societe Generale sei nuovi Cash Collect su panieri Worst of tematici

NEWSLETTER
Iscriviti
X