Brexit, “no-deal” più lontano: come reagiranno sterlina e Ftse 100

A
A
A
di Stefano Fossati 5 Settembre 2019 | 13:00

A cura di Shamik Dhar, Chief Economist di Bny Mellon Investment Management

La sterlina, l’indice azionario Ftse e i gilt stanno reagendo in diretta minuto per minuto al cambiamento delle probabilità di un “no-deal” per l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue. Il voto della maggioranza dei Parlamentari britannici per prendere il controllo del Parlamento e lanciare il dibattito su una nuova legge strutturata che eviti uno scenario Brexit “no-deal” ha rinforzato questo trend: come ci si aspettava, i mercati hanno accolto favorevolmente un segnale di maggior certezza e la sterlina ha registrato un rally nel breve periodo. Mi aspetto però che la valuta britannica sia ancor più volatile in risposta al prossimo capitolo delle manovre parlamentari.

A parità di altri fattori, ci possiamo aspettare che il Ftse 100 sia sostanzialmente stabile nel breve periodo perché la minor probabilità di uno scenario “no-deal” è compensata e bilanciata dal rialzo della sterlina. Nel frattempo, è diventata anche più plausibile la prospettiva che il Primo Ministro indica un’elezione generale in stile “il popolo contro il Parlamento”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti