Reazione negativa di Deutsche Bank agli annunci di Cryan

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 6 Marzo 2017 | 10:21

DEUTSCHE BANK CALA DOPO ANNUNCI – Deutsche Bank in rosso del 5,65% appena sopra i 18 euro  per azione, contro una chiusura di 19,4 euro venerdì, dopo che le indiscrezioni circa l’intenzione di valutare o un aumento di capitale o cessioni di quote di minoranza dell’asset management per rafforzare il capitale si sono rivelate entrambe corrette, con la principale banca tedesca che stamane ha annunciato il lancio il 21 marzo prossimo di un aumento di capitale da 8 miliardi di euro e la cessione, tramite Ipo, di una quota di minoranza della divisione di asset management entro i prossimi due anni, per raccogliere altri 2 miliardi.

TRABALLA LA POLTRONA DI JOHN CRYAN – La decisione fa vacillare la posizione del Ceo, John Cryan, che dopo due anni di inutili tentativi vede svanirea le speranze di cedere la partecipazione in Postbank, che dunque per ora rimane nel perimetro del gruppo che ha chiuso il 2016 con una perdita di 1,4 miliardi di euro e che aveva ripetutamente negato di voler aumentare nuovamente il capitale. La banca offrirà invece 687,5 milioni di nuove azioni ad un prezzo a scontato di circa il 39% rispetto alla chiusura di venerdì, con un ulteriore pesante effetto diluitivo.

GIA’ CHIESTI 21,7 MILIARDI AL MERCATO – Con gli ultimi tre precedenti aumenti di capitale Deutsche Bank ha raccolto circa 21,7 miliardi di euro contro una capitalizzazione di mercato corrente di circa 24,2 miliardi ed il titolo tratta circa il 29% più in basso dei livelli a cui oscillava nel 2015, al momento della nomina di Cryan a numero uno del gruppo. Motivi sufficienti per essere delusi, anche se alcuni analisti sottolineano come almeno l’annuncio ufficiale fa cessare i timori che per mesi avevano pesato sull’andamento del titolo, che pure ha tratto beneficio dal rally di fine anno del comparto finanziario visto che oscilla su livelli di circa il 29% più alti di quelli di tre mesi fa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche: un trimestre da incorniciare per Deutsche Bank

Reti e conti correnti, ecco chi costa di più (e chi meno)

Deutsche Bank, super tris di acquisti per Private e Wealth Management

NEWSLETTER
Iscriviti
X