L'Oracolo – La rapinatrice con problemi di grafia

A
A
A
di Matteo Chiamenti 7 Ottobre 2009 | 15:15
Strane visioni dal mondo della finanza. Le banche possono stare tranquille, finchè il mondo criminale non approfondirà le proprie capacità di espressione scritta..servirebbe di nuovo la nostra cara insegnante..

Quante volte, da bambini, ci è capitato di ascoltare le urla della nostra maestra di italiano, molto spesso dovute all’incomprensibilità della nostra grafia; un fatto che rendeva la lettura di un nostro dettato complessa come l’interpretazione filosofica di monologo di Flavia Vento sul senso della vita. Ebbene sembra che quelle strigliate servano a qualcosa, specie se il vostro obiettivo consiste nel diventare rapinatori infallibili.

E’ infatti capitato che una trentenne, Stephanie Martin, minacciando la responsabile di turno con il classico foglietto minatorio. Il testo però, che doveva essere più o meno così, “Ho bisogno di 300 dollari o vi ammazzo. Faccio sul serio”, era illeggibile tanto che l’impiegata allo sportello l’ha invitata a riscriverlo.

La donna allora ci ha riprovato, pasticciando il messaggio sul retro di un modulo di deposito, ma quando il direttore è intervenuto per cercare di capire cosa volesse, la donna è riuscita solo a balbettare che desiderava aprire un conto. E’ stata arrestata per tentata rapina. Una lezione che potrebbe rilevare un utile avvertimento: se siete dei medici generici, è sconsigliabile una carriera come nuovi Dillinger.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X