Dalla Francia un no alla Libra ma ok a una valuta digitale comune made in Bce

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 13 Settembre 2019 | 14:00

La Francia si ribadisce contraria alla Libra, la criptovaluta di Facebook, che dovrebbe arrivare nella seconda metà del 2020. Ieri infatti le autorità transalpine hanno annunciato il blocco della Libra perché sarebbe in grado di “minacciare la sovranità monetaria dei governi”, e il lancio della nuova moneta virtuale “necessita assolutamente diverse regolamentazioni”.

Secondo quanto riportato dal sito web Cryptonomist.ch, la Francia vorrebbe tuttavia una “valuta digitale comune”, emessa direttamente dalla Banca Centrale Europea.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca, la Bce rallenta la scalata di Del Vecchio

Banche, prioritario completare il terzo pilastro dell’Unione Bancaria

Asset allocation: ecco cosa fare se anche in Europa aumentano i tassi

NEWSLETTER
Iscriviti
X