L’Euro/Dollaro rialza la testa dopo la Bce

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 13 Settembre 2019 | 17:00

Dopo l’ultimo meeting della Bce e le decisioni di Draghi di avviare un nuovo QE e tagliare i tassi, il cambio tra Euro e Dollaro (Eur/Usd) è tornato a testare in zona 1,11 la trendline discendente di medio periodo e la media mobile a 50 sedute. Un movimento favorito dalla recente formazione di un doppio minimo in area 1,09.

I prossimi obiettivi dell’Euro/Dollaro

Previa l’eventuale conferma del superamento dell’ostacolo a 1,11, al rialzo i prossimi obiettivi tecnici del cambio sono individuabili inizialmente a 1,1160/1,1165 e poi in area 1,1230/1,1250. Per contro, in caso di cedimento confermato di 1,105 (dove passa la media mobile a 21 giorni) gli obiettivi diventerebbero 1,10 prima e 1,09 in seguito.     G.R.

Il trend di medio periodo dell’Eur/Usd

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca, la Bce rallenta la scalata di Del Vecchio

Banche, prioritario completare il terzo pilastro dell’Unione Bancaria

Asset allocation: ecco cosa fare se anche in Europa aumentano i tassi

NEWSLETTER
Iscriviti
X