Ftse Mib alle prese con una candela white spining top

A
A
A
Avatar di Pietro Di Lorenzo 16 Settembre 2019 | 08:45

Il FtseMib ha disegnato una white spining top che tocca i massimi delle ultime 36 sedute. L’indice prosegue il rally archiviando la quarta settimana positiva consecutiva, apprezzandosi di oltre 2.200 punti dai minimi toccati il 14 agosto.

La caratteristica di questa accelerazione è che avvenuta grazie a una rotazione settoriale. In sostanza sono scattate le prese di profitto sui titoli che hanno corso di più da inizio anno (come Amplifon, Ferrari, Recordati ecc) e le ricoperture su azioni che invece erano rimaste più indietro nei primi 8 mesi dell 2019 come Pirelli, Bper, Unicredit ecc.
Alcuni strappi di volatilità avvenuti si questi titoli, hanno favorito le rapide operazioni intraday che vengono analizzate in questo articolo.

E’ stata una settimana vissuta nell’attesa della riunione della BCE di giovedì. Mario Draghi, nella sua penultima uscita, ha fatto quanto si aspettavano i mercati passando il compito di riprendere l’offensiva contro la deflazione a Christine Lagarde. L’impressione è però che i margini di manovra che avrà il nuovo presidente sono decisamente più ridotti e per questo riteniamo che il BUND tedesco abbia toccato degli importanti top di periodo. Nell’articolo un approfondimento sulle modalità di costruzione di questa operazione SHORT.

Graficamente l’indice si riporta a un passo dai massimi annuali toccati il 25 Luglio a 22.357 punto! L’impressione è che il mercato sia arrivato troppo “tirato” su questo livello chiave e ha bisogno di rifiatare prima di sferrare l’attacco decisivo. Molto dipenderà dalle conseguenze dall’attacco con i droni ai pozzi di petrolio in Arabia Saudita. L’attacco gli impianti petroliferi di Abqaiq e Kharais ha bloccataco completamente l’attività nei 2 complessi e questo comporta una riduzione della metà della produzione di greggio con il prezzo che potrebbe schizzare verso gli 80$ qualora questo blocco perduri a lungo

Tra i titoli interessanti in ottica di breve termine segnaliamo:

Atlantia viene colpita da un violento SELL OFF che riporta i prezzi a contatto con il supporto in area 21.7 euro. Monitoriamo questo livello sul quale potremmo assistere a un tentativo di rimbalzo.

Pirelli prosegue il rally apprezzandosi del 19.79% nel mese di settembre. Attendiamo un rapido pull back che ci consente di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

FinecoBank torna al centro dell’interesse del mercato realizzando uns white marubozu che riporta i prezzi a contatto con la resistenza psicologica rappresentata dai 10€. Possibile intervenire a seguito del breakout di questo livello.

Tinexta fornisce interessanti segnali di reazione disegnando  un interessante Engulfing Bullish con volumi. Possibile assistere a un tentativo di rimbalzo da questi livelli.

Marr fornisce 7 indicazioni grafiche rilevanti:

  • breakout buy (max 2 mesi, range + esteso ultimi 9 giorni e chiusura
  • esplosione volatilita’ (range giornaliero piu’ grande ultime 20 sedute)
  • ipercomprato (rsi 14 > 70)
  • volume giornaliero e’ il piu’ elevato delle ultime 40 sedute
  • volume giornalierio e’ doppio della media a 50 periodi
  • perfora al rialzo la media mobile semplice a 200 periodi
  • in trend rialzista (adx14 > 30 e +di > -di)

I prezzi si riportano a contatto con la resistenza chiave in area 21.8 euro: una chiusura superiore a questo livello, fornirà un interessante segnale di inversione.

A cura di www.sostrader.it

 

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Euro in cerca di un valido livello supporto nel cambio contro dollaro

Per Fib, Dax ed EuroStoxx 50 prosegue il movimento laterale

Volatilità: a Wall Street presto tornerà nella media

NEWSLETTER
Iscriviti
X