Certificati, da Banca Imi 27 nuovi Premium Cash Collect

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 19 Settembre 2019 | 16:30

Si amplia ulteriormente la gamma degli strumenti di investimento emessi da Banca IMI, grazie ad una nuova proposta di certificati emessi dalla casa di investimento del gruppo Intesa Sanpaolo: si tratta di 27 Premium Cash Collect Certificate, che saranno quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana a partire dal 20 Settembre 2019.

Elementi chiave

  • premi: dal 1,40% al 3,20%
  • premi fissi: trimestrali da dicembre 2019 a dicembre 2020
  • scadenza: 17 marzo 2021
  • barriera europea: dal 60% al 85%
  • sottostanti: Stm, Tesla, Twitter, Tripadvisor, Netflix, Saras, Air feance, Saipem, Fca, Tiffany, Prysmian, Unicredit, bayer, Bper banca, Nokia, Bayer, SocGen, Telecom Italia, Salvatore Ferragamo, American Airlines, Barclays e Ford.

 Il funzionamento dei Certificati Premium Cash Collect di Banca IMI

I nuovi Certificati Premium Cash Collect di Banca IMI sono Certificati d’Investimento a Capitale Condizionatamente Protetto che hanno la peculiarità di corrispondere all’investitore cinque Premi Fissi Incondizionati trimestrali durante l’intera vita del certificato. In particolare, tutti i certificati Premium Cash Collect quotati il 20 settembre hanno le seguenti caratteristiche: prezzo di emissione pari a 100 Euro, durata di 18 mesi e barriera osservata unicamente alla scadenza; prevedono il pagamento di 5 premi fissi incondizionati, indipendentemente dall’ andamento dell’azione sottostante e 1 premo condizionato alla scadenza: affinché avvenga il pagamento del premio condizionato e venga rimborsato il prezzo di emissione a scadenza, è sufficiente che il sottostante, nella data di valutazione finale, abbia un valore maggiore o uguale al Livello Barriera. Per questo motivo anche in caso di lievi ribassi dell’azione sottostante, il rendimento del Certificate risulta essere positivo.

A titolo di esempio, vediamo in dettaglio il funzionamento di un certificato: il Premium Cash Collect su Tesla (ISIN IT0005384935). L’investitore avrà la possibilità di acquistare questo strumento direttamente sul mercato SeDeX di Borsa Italiana a partire dal 20 settembre attraverso il proprio intermediario finanziario di fiducia, phone banking o internet banking. Il certificato pagherà 5 premi fissi incondizionati di Euro 2,48 per ogni strumento nelle seguenti date: 17 dicembre 2019 – 17 marzo 2020 – 17 giugno 2020 – 17 settembre 2020 – 17 dicembre 2020 affinché vengano riconosciuti i premi alle date di pagamento è necessario che i certificati siano acquistati entro 3 giorni lavorativi prima delle date effettive di pagamento Ricordiamo che nelle date sopra elencata il pagamento dei premi avviene indipendentemente della performance del sottostante. Qualora il valore dell’azione Tesla dovesse essere al di sotto del livello barriera (pari a 146,8740), il certificato pagherà in ogni caso l’importo di Euro 2,48. Nel giorno di scadenza del certificato (17 marzo 2021) l’investitore percepirà il prezzo di emissione del certificato di Euro 100 maggiorato dell’ultimo premio condizionato di Euro 2,48 qualora il valore dell’azione Tesla (alla data di valutazione finale del 15/03/2021) dovesse essere pari o superiore del livello barriera (pari a 146,8740). In caso contrario l’investitore subirà una perdita commisurata a quella che avrebbe ottenuto investendo direttamente nell’azione sottostante. L’investimento in Certificati con azione sottostante denominata in una valuta diversa dall’Euro, non comporta per l’investitore il rischio legato all’andamento del tasso di cambio: tutti i certificati sono denominati in euro e sia i premi intermedi che il rimborso a scadenza avviene in euro.

L’elenco completo dei certificati di Banca IMI è disponibile qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Addio Banca Imi, benvenuta IMI Corporate & Investment Banking

Certificati, da Banca Imi 32 nuovi Bonus Cap su azioni italiane ed estere

Dal Vix ai certificati: investire nel futuro con uno sguardo al presente. La conferenza di Finanza Operativa all’ITForum Online Week

NEWSLETTER
Iscriviti
X