Barclays pronta a cedere 4 miliardi di asset tossici

A
A
A
di Cosimo Baccaro 12 Ottobre 2009 | 13:43
La banca britannica sarebbe in procinto di vendere un portafoglio di titoli tossici pari a 4 miliardi di sterline. L’istituto sarebbe anche interessato ad acquisire Efibanca dal Banco Popolare.

Le Borse europee partono col piede giusto in questa nuova settimana.
Con Tokyo chiusa per festività, e pochi spunti dal punto di vista macroeconomico, i listini si aspettano buoni risultati dai conti societari e prezzi delle materie prime in aumento.
Il FTSE Mib guadagna oltre un punto e mezzo percentuale, trainato dall’ottimo andamento di titoli come Fiat e Bulgari. Tutti i titoli finanziari sono in verde, con buone performance soprattutto degli assicurativi con in testa [s]Unipol[/s] (+5%).

Il Financial Times riporta delle indiscrezioni oggi riprese dai principali quotidiani economici riguardo una nuova operazione da parte di Barclays.
La banca britannica sarebbe infatti in procinto effettuare un’operazione di scorporo del proprio portafoglio per una somma vicina ai 4 miliardi di sterline (equivalenti a 6,35 miliardi di euro).
Barclays già nel settembre scorso aveva fatto ricorso ad un’operazione simile per un controvalore di 12,3 miliardi di dollari  al fine di far fronte alla crisi e quindi ridurre l’esposizione al rischio.

La cessione di questo ingente portafoglio di titoli rischiosi avrebbe lo scopo di ripulire ulteriormente i bilanci della banca, ma allo stesso tempo anche la finalità di convincere gli investitori sulla bontà del piano strategico implementato dall’istituto d’oltremanica.
L’operazione si potrebbe concretizzare attraverso il conferimento degli asset tossici in una nuova società gestita da alcuni manager della banca stessa, oppure i titoli potrebbero essere venduti ad una società esterna fra le quali si fanno i nomi di [s]JP Morgan[/s], Natixis o Fortis.
La banca britannica ha anche dei progetti che riguardano il mercato italiano. Ultimo in ordine di tempo è l’interesse per Efibanca, e secondo il FT le trattative con il Banco Popolare sarebbero già ben avviate.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 86,97 EUR 0,46%
American Express NYSE 34,94 USD -0,11%
Axa EURONEXT 19,03 EUR -0,21%
Azimut BORSA ITALIANA 9,20 EUR 0,05%
Banca Generali BORSA ITALIANA 8,50 EUR -0,23%
Bank of NY Mellon NYSE 28,68 USD 0,74%
Barclays LSE 377,00 GBp 0,29%
BlackRock NYSE 216,55 USD 1,26%
BNP EURONEXT 53,30 EUR -0,19%
BPM BORSA ITALIANA 5,49 EUR 0,27%
Citigroup Inc NYSE 4,63 USD -0,43%
Credit Agricole EURONEXT 14,68 EUR -0,94%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 59,00 CHF 0,00%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 53,27 EUR -0,58%
Dexia EURONEXT 6,20 EUR 0,68%
Fortis EURONEXT 3,31 EUR 0,67%
FT Inv. NYSE 106,44 USD 2,77%
Goldman Sachs NYSE 189,30 USD 0,60%
Henderson LSE 136,90 GBp 0,59%
HSBC Investments LSE 716,80 GBp 0,66%
ING EURONEXT 12,46 EUR -0,32%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 3,09 EUR 1,15%
Invesco NYSE 23,81 USD 1,02%
Janus Capital Group NYSE 14,52 USD -0,21%
Jp Morgan NYSE 45,85 USD 1,21%
Gam Holdings SWISS MARKET EXCHANGE 13,60 CHF 4,62%
Legg Mason NYSE 31,71 USD 0,22%
Man Group LSE 341,30 GBp 0,32%
Mediobanca BORSA ITALIANA 9,36 EUR -0,90%
Mediolanum BORSA ITALIANA 4,87 EUR 0,10%
Morgan Stanley NYSE 32,09 USD 0,47%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,43 EUR 0,28%
Natixis EURONEXT 4,03 EUR -1,87%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 70,20 SEK 1,59%
Raiffeisen wienerborse 45,00 EUR 0,00%
Schroders LSE 1130,00 GBp 0,71%
Skandia (Old Mutual) LSE 105,30 GBp 1,15%
State Street NYSE 55,17 USD 2,55%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 18,20 CHF -0,38%
Unicredit BORSA ITALIANA 2,70 EUR 0,28%

Dati di chiusura del 9 ottobre 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti