S&P 500, via libera a nuovi allunghi oltre la resistenza a 3.030 punti

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 20 Settembre 2019 | 12:30

“Superato lo scoglio Fed, il quadro tecnico a Wall Street si fa interessante. L’S&P 500 sta lavorando sopra tutte le principali medie mobili, è al cospetto della resistenza costituita dai massimi di fine luglio, non è particolarmente in ipercomprato, e ieri ha dato un segnale di forza recuperando le perdite post dopo il meeting della banca centrale americana”. A dirlo è Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners Sgr.

E’ possibile che il superamento di quota 3.030 attiri un po’ più di investitori, tra cui i tipici trend follower come i CTA, che sembrano abbastanza scarichi fa poi notare lo strategist – viceversa, un fallimento lo riporterà a contatto con 2950 che dovrebbe costituire un buon supporto, essendo formato da tre medie più la  parte alta del range di agosto”.

“La costruttività del quadro tecnico per Wall Street – conclude Sersale – è aumentata dal fatto che altri indici, come il Nasdaq o anche l’Eurostoxx sono in condizioni simili”.

Il trend di medio termine dell’S&P 500

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il Fib torna a superare l’indicatore Parabolic Sar

L’EuroStoxx 50 torna sopra la soglia dei 3.200 punti

Il Dax supera la resistenza sul livello 12.800

NEWSLETTER
Iscriviti
X