Agricole restituisce gli aiuti statali. JP Morgan in utile.

A
A
A

Il Credit Agricole segue Bnp e SocGen e dichiara che entro fine mese restituirà gli aiuti statali. Negli USA la prima trimestrale di una banca è quella di JP Morgan, che ottiene risultati sopra le attese.

Avatar di Cosimo Baccaro14 ottobre 2009 | 14:42

Giornata euforica per i mercati europei, che registrano tutti a metà seduta delle ottime performance.
Spinti dalle incoraggianti trimestrali che arrivano dagli Stati Uniti, i listini europei sono tutti ripartiti dopo lo stop di ieri e sono tutti in verde.
Il FTSE Mib sfonda i 24000 punti e a metà seduta si avvicina a sfondare i due punti percentuali di realizzo. L’indice nostrano ha quindi superato i massimi degli ultimi 12 mesi, aiutato dai tecnologici e ancora da Fiat in grande spolvero. Tra i finanziari in grande spolvero[s]Banca Popolare di Milano[/s] che guadagna oltre quattro punti e e mezzo percentuale e Banco Popolare che spunta una performance superiore al 3%.

Dopo l’inizio della stagione delle trimestrali nei giorni scorsi, oggi inizia la pubblicazione dei conti da parte delle società finanziarie. E si inizia alla grande con un colosso bancario come JP Morgan.
La banca statunitense ha chiuso i conti nel terzo trimestre con un utile netto di 3,6 miliardi di dollari, in netto rialzo rispetto ai 527 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso, e nettamente sopra le attese degli analisti.
Il gruppo guidato da [p]Jamie Dimon[/p] ha aumentato il proprio fatturato fino a 28,8 miliardi di dollari, grazie soprattutto alla divisione di investment banking. Il settore del credito al consumo registra dei miglioramenti, con l’aggiunta di 2 miliardi alle riserve a questa voce relativa.
Domani si attendono le trimestrali di [s]Goldman Sachs[/s] e [s]Citigroup[/s].

Dall’Europa arriva la notizia che anche Credit Agricole ripagherà 3 miliardi di aiuti statali.
Il prestito, ottenuto dal governo francese nel dicembre 2008, sarà restituito nel corso di questo mese e più precisamente il 27 ottobre attraverso il riscatto di obbligazioni subordinate.
Credit Agricole è l’ultima banca francese in ordine di tempo che ha deciso di restituire i fondi presi a prestito dal governo per superare la crisi finanziaria, dopo Bnp Paribas e Societe Generale. In totale il governo transalpino ha prestato agli istituti bancari 19,8 miliardi di euro per far fronte all’emergenza dei mesi scorsi, ma ora la politica seguita dalla maggior parte degli istituti francesi, in scia con le banche europee e americane, è quella di restituire i fondi sfruttando le condizioni positive presenti attualmente sui mercati azionari.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 86,65 EUR -1,43%
American Express NYSE 34,84 USD -0,68%
Axa EURONEXT 18,95 EUR -2,07%
Azimut BORSA ITALIANA 9,11 EUR -2,20%
Banca Generali BORSA ITALIANA 8,51 EUR -1,79%
Bank of NY Mellon NYSE 27,74 USD -3,11%
Barclays LSE 360,00 GBp -3,39%
BlackRock NYSE 213,79 USD -1,81%
BNP EURONEXT 54,16 EUR 0,50%
BPM BORSA ITALIANA 5,56 EUR -0,09%
Citigroup Inc NYSE 4,83 USD 1,26%
Credit Agricole EURONEXT 14,44 EUR -2,76%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 58,10 CHF -1,61%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 53,75 EUR -1,18%
Dexia EURONEXT 6,04 EUR -2,80%
Fortis EURONEXT 3,27 EUR -2,13%
FT Inv. NYSE 104,71 USD -0,92%
Goldman Sachs NYSE 187,23 USD -1,54%
Henderson LSE 135,00 GBp -1,39%
HSBC Investments LSE 704,10 GBp -1,94%
ING EURONEXT 12,23 EUR -1,45%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 3,09 EUR -1,67%
Invesco NYSE 22,71 USD -1,77%
Janus Capital Group NYSE 14,33 USD -1,17%
Jp Morgan NYSE 45,66 USD -0,91%
Gam Holdings SWISS MARKET EXCHANGE 13,30 CHF -1,48%
Legg Mason NYSE 30,52 USD -2,09%
Man Group LSE 348,30 GBp -1,53%
Mediobanca BORSA ITALIANA 9,45 EUR -0,68%
Mediolanum BORSA ITALIANA 4,86 EUR -1,47%
Morgan Stanley NYSE 31,14 USD -1,95%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,42 EUR -0,98%
Natixis EURONEXT 3,94 EUR -3,03%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 69,90 SEK -1,41%
Raiffeisen wienerborse 45,90 EUR 0,22%
Schroders LSE 1132,00 GBp -0,53%
Skandia (Old Mutual) LSE 111,00 GBp 0,82%
State Street NYSE 53,50 USD -2,94%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 18,47 CHF 0,38%
Unicredit BORSA ITALIANA 2,69 EUR -1,74%

Dati di chiusura del 13 ottobre 2009, fonte Bluerating.com;


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, nasce un gigante italiano

Bpm, il corporate cresce con nuovi professionisti

Banche popolari, si torna a parlare di aggregazioni

Ti può anche interessare

Conti, il governo raschia il barile

Nel pacchetto che l’Italia presenta a Bruxelles per evitare la procedura d’infrazione en ...

BNY Mellon, Stefania Paolo al timone di comando in Italia

BNY Mellon Investment Management,  ha annunciato la nomina di Stefania Paolo come country head per ...

Anima, prosegue il periodo no della raccolta

La raccolta netta di risparmio gestito (escluse le deleghe assicurative di ramo I) del gruppo Anima ...