Il toro si difenderà con lo Scudo

A
A
A
Avatar di Redazione 27 Ottobre 2009 | 15:30
È difficile che i mercati si mettano a fare i gamberi. Anche se molti si aspettano (da tempo) un consistente passo indietro dopo il recupero degli ultimi mesi, ci sono diversi buoni motivi per essere ottimisti.

di Michele D’Antoni

Uno su tutti è la liquidità: i rivoli che si erano praticamente asciugati un anno fa, hanno ripreso a zampillare. È vero che talvolta si viaggia sul piccolo cabotaggio (le banche accettano volentieri anche piani d’accumulo persino da 50 euro al mese) ma quello che conta è il trend principale. Il bello è che questo torrente di denaro dovrebbe gonfiarsi ancora di più con una sorpresa che potrebbe arrivare dallo Scudo fiscale. Il provvedimento di rimpatrio a basso costo dei capitali all’estero finirà col portare così tanti soldi (anche se le previsioni del governo non dovessero essere centrate al 100% il flusso sarà comunque consistente) che alla fine gestori e investitori non sapranno più dove mettere i soldi: l’immobiliare non offre occasioni particolari quindi c’è da aspettarsi che i sodi finiscano proprio sui mercati finanziari. A incoraggiare l’investimento ci penseranno le trimestrali (attese a raffica nelle prossime settimane) che, a quanto dicono gli analisti, saranno migliori delle aspettative. Dalle banche si attendono buone notizie ma anche da alcune aziende del made in Italy più strutturate. La crisi è servita a mettere a posto alcune cosette in molte società che hanno preso l’occasione (giocoforza) per tagliare i costi, ristrutturarsi, concentrarsi sul core business. Tutta salute. Per il resto, l’oro è in costante salita mentre il dollaro viaggia ai minimi. Un classico, mentre continua la pioggia dei bond. Le banche hanno stretto i cordoni e le aziende si arrangiano come possono, indebitandosi con il mercato. Basta che non esagerino.

L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X