L’EuroStoxx 50 realizza i nuovi massimi annuali

A
A
A
di Alessandro Aldrovandi 5 Novembre 2019 | 09:00

Il mercato azionario europeo sembra essere impostato al rialzo nel breve periodo, anche grazie all’andamento molto positivo mostrato in chiusura della giornata di ieri. Per il Future EuroStoxx 50, infatti, è decisamente tornato il momento dell’ottimismo dato che il crollo avvenuto nei primi giorni di ottobre è stato completamente riassorbito con il superamento della resistenza posta in area 3.557, fino al raggiungimento della sogli psicologica dei 3.600 punti. Quest’ultimo livello, in particolare, ha costituito un’importante supporto che ha permesso al mercato di allungare il passo fino a realizzare il nuovo massimo annuale a quota 3.666. Ieri in evidenza soprattutto il comparto automotive, dopo l’apertura di Washington a non far scattare i dazi sull’importazione di automobili negli Stati Uniti dall’Unione Europea.

Che lo scenario sia positivo, comunque, lo dimostra anche l’impostazione tecnica del mercato. I prezzi, infatti, sono da considerarsi rialzisti sia in base all’indicatore Parabolic Sar che alla media mobile a 25, così come pure per l’indicatore Supertrend. Anche l’indicatore Macd ha già incrociato il proprio Signal. Da segnalare, infine, come l’indicatore RSI stazioni nella sua area di “neutralità”, nell’intorno del valore 69.

I segnali di oggi sul Future EuroStoxx 50

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 3.666 con un target nell’intorno dei 3.685 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 3.622 con obiettivo sotto al livello 3.601.
(A.A.)


L’andamento di breve periodo del Future EuroStoxx 50

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: il petrolio Brent sui livelli del 2018. I prossimi target e gli Etc

Borse internazionali: il punto tecnico della settimana

Ftse Mib: la fase laterale ora va osservata su base settimanale

NEWSLETTER
Iscriviti
X