Finanziaria, via agli emendamenti

A
A
A
Avatar di Giacomo Berdini 2 Novembre 2009 | 14:45
La finanziaria approda in Senato. Ammontano a 550 gli emendamenti proposti, ma la Commissiona già ha bocciato la riduzione all’Irap. Baldassarri dichiara che ci saranno comunque interventi per la ripresa e le famiglie.

A partire da dopodomani, 4 novembre, la Finanziaria per il 2010 sarà in Aula al Senato, e già pare che saranno presentati circa 550 emendamenti, mentre sarebbero 170 le modifiche alla legge di bilancio proposte. L’incognita Irap resta un nodo portante, che forse verrà sciolto solo in aula in corso di approvazione.
Tecnicamente la riduzione dell’Irap per le Pmi e l’introduzione della cedolare sugli affitti sono già stati bocciati in commissione, per via delle necessarie coperture che ancora non possono essere messe a punto.

Mario Baldassarri, presidente della commissione Bilancio del Senato ha dichiarato che in ogni caso ci saranno una serie di interventi incentrati sulla ripresa e sul sostegno alle famiglie.
“Ci siamo concentrati sull’Irap che ha naturalmente un gettito di 38 miliardi di euro, di cui 14 sono della Pubblica amministrazione e, come primo passo verso l’eliminazione, abbiamo progettato di trasformare i fondi perduti in credito di imposta”, ha affermato.
Questo primo passo di riduzione dell’Irap libererebbe circa 4 miliardi di euro, almeno secondo le stime.
Baldassarri ha dichiarato che per prime verranno le “imprese al di sotto dei 50 addetti, a cui questa riduzione viene concessa in percentuale della quota tra il totale”, una sorta di franchigia. “In futuro”, secondo Baldassarri, “se si liberassero nuove risorse, basterebbe innalzare questa franchigia”.

Nessun intervento previsto invece per quanto riguarda il gettito delle regioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X