Rubava carte di credito e buoni pasto. Arrestato.

A
A
A
di Fabio Coco 6 Novembre 2009 | 12:30
Un addetto alla corrispondenza di Banca MPS, apriva buste e plichi vari, per appropriarsi illecitamente di carte di credito e buoni pasto. Un giro da oltre 65 mila euro.

Franco Giuseppe Franciosa, addetto al trasporto della corrispondenza di Banca MPS, è stato arrestato dalle forze della squadra mobile nella periferia di Siena, poiché, anziché consegnare posta e documenti ai destinatari, il 45enne si appropriava delle carte di credito e dei buoni pasto contenuti in buste e pacchi vari. L’uomo, originario della provincia di Frosinone e domiciliato a Pomezia, utilizzava le carte di credito per svolgere degli acquisti di merce che teneva per se o rivendeva a proprio vantaggio, anche su richiesta da parte degli amici. Inoltre, rivendeva i buoni pasto trafugati, ricavandone un margine del 20%.

Franciosa, che lavorava per una ditta privata, è stato quindi arrestato grazie alle segnalazioni dei commercianti, insospettiti dai ricorrenti acquisti, effettuati di volta in volta, con diverse carte di credito. Le accuse alle quali l’arrestato deve rispondere, sono quelle di illecito utilizzo di carte su credito, appropriazione indebita, ricettazione e falsità, avendo, peraltro, utilizzato pure patenti non in regola.

In totale, si stima che le attività messe in piedi da Franciosa abbiano fruttato 50 mila euro per quanto riguarda l’utilizzo delle carte di credito e 15 mila euro per i buoni pasto. Per di più, in alcune situazioni il 45 enne ha pure venduto alcune carte di credito, per circa 250 euro.

Chissà che, tra le varie buste trafugate, non siano passati inosservati per le mani dell’uomo anche i documenti relativi alla cessione di 150 sportelli da parte di MPS a Barclays e/o Intesa Sanpaolo. In questi giorni, il direttore generale Antonio Vigni, aveva dichiarato riguardo gli interessi avanzati dai due istituti: “Siamo fiduciosi di farcela per la fine dell’anno”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X