I dividendi globali continuano a crescere, ma a ritmo rallentato

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 18 Novembre 2019 | 14:30

I dividendi globali hanno segnato un nuovo record nel terzo trimestre 2019, tuttavia hanno registrato un ritmo di crescita più lento rispetto agli ultimi due anni. E’ quanto risulta dalla nuova edizione del Janus Henderson Global Dividend Index.

In particolare, i dividendi complessivi sono saliti del 2,8% attestandosi nel terzo trimestre a un livello record di 355,3 miliardi di dollari, con un aumento del 5,3% in termini sottostanti. I dividendi negli Stati Uniti hanno toccato i massimi storici, mentre Canada e Giappone sono sui livelli record del terzo trimestre. Il risultato nel Regno Unito è stato favorito in particolare dai dividendi straordinari una tantum. In Australia si è registrata una forte flessione dei dividendi che risultano sottotono anche in Cina.

Le previsioni per il 2019 restano invariate: Janus Henderson prevede dividendi record per 1.430 miliardi di dollari, in aumento del 3,9% su base annua, il che equivale al 5,4% in termini sottostanti. L’anno prossimo si assisterà probabilmente a un rallentamento della crescita dei dividendi, considerato lo scenario economico globale.

Focus sull’Europa

Nel terzo trimestre i dividendi europei hanno toccato il minimo stagionale. I dividendi sottostanti sono saliti del 7%, sebbene il tasso di crescita sia gonfiato dagli sviluppi positivi presso un numero limitato di società, e il dato complessivo non basterà a modificare in misura sostanziale la percentuale annuale. La Spagna è il principale pagatore nel terzo trimestre, fondamentalmente perché i dividendi in Spagna sono meno stagionali rispetto ad altri Paesi europei. In Germania, Italia e Svizzera solo poche aziende hanno distribuito un dividendo nel terzo trimestre ma tutte hanno incrementato le distribuzioni su base annua.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Nel 2020 tagli ai dividendi per 220 miliardi di dollari, ma la flessione è stata meno grave del previsto

A caccia di dividendi nell’era del Covid-19

Dividendi, -20% le cedole delle aziende europee. Parziale ripresa quest’anno

NEWSLETTER
Iscriviti
X