Debito pubblico, oltre mille miliardi di interessi in 14 anni

A
A
A
di Stefano Fossati 21 Novembre 2019 | 12:00

Mille-diciassette miliardi: questa la cifra “enorme” pagata per interessi dai contribuenti italiani in 14 anni. E’ il dato che emerge dall’Osservatorio trimestrale sui dati economici italiani di Mazziero Research per il terzo trimestre 2019 (clicca qui per scaricarlo).

Questo è il danno che viene fatto alle risorse di un Paese che non cresce e che deve destinare cifre ingenti al pagamento di una spesa improduttiva come gli interessi.

Il debito pubblico continua a segnare nuovi record e, dopo la modifica del metodo di calcolo da parte di Eurostat, viaggia ormai ampiamente al di sopra dei 2.400 miliardi, con un 2019 che andrà ben oltre il 135% del Pil.

Il Governo Conte bis è stato in grado di neutralizzare l’aumento Iva per l’anno prossimo, ma – sottolinea Mazziero Research – incentrando una manovra di 32 miliardi ai 23 delle clausole di salvaguardia e creando ulteriore deficit per 16 miliardi.

La coperta è sempre più corta, le crisi aziendali di Ilva, Whirlpool e Alitalia rappresentano i primi scricchiolii di un’economia che vacilla e che è incapace di imprimere una svolta a una crescita che non arriva.

“Ed è così che l’Italia si ritrova ultima in Europa, malgrado nulla sembri scuotere dal torpore profondo in cui versa la politica”.

“Servirebbe il colpo d’ala, la visione sui prossimi vent’anni, troppo difficile. Meglio occuparsi di bottiglie di plastica”, conclude Mazziero Research nel commentp a margine dei dati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Italia: debito pubblico previsto ancora in crescita

Italia, debito stabile a 2.646 mld. Le stime per i prossimi mesi

Debito pubblico italiano: a giugno potrebbe superare la soglia dei 2.700 mld

NEWSLETTER
Iscriviti
X