Bear Stearns: la crisi senza colpevoli

A
A
A
di Giacomo Berdini 11 Novembre 2009 | 11:00
Scagionati i due manager sotto inchiesta per i reati connessi con la crisi finanziaria di Wall Street.

Ralph Cioffi e Matthew Tannin, due ex manager della banca d’affari Bear Stearns sono stati scagionati oggi da un tribunale di New York.

I due dirigenti, accusati di frode sull’azionario, sono stati gli unici fino ad ora ad essere stati incriminati per reati collegati alla crisi finanziaria che ha travolto Wall Street., quindi la defintiva sentenza di non colpevolezza lascia la recessione un fenomeno ancora senza colpevoli.

Cioffi e Tannin erano stati accusti di aver mentito agli investitori sulle condizioni di due fondi di Bear Stearns, molto esposti nei mutui subprime, crollati nel 2007. Quel fatto innescò una reazione a catena che mise in ginocchio nel giro di pochissimi mesi la banca d’affari newyorkese.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti