Fiat Chrysler Automobiles, buone notizie in arrivo

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Novembre 2019 | 10:30

Buone notizie in arrivo per Fiat Chrysler Automobiles (Fca): il Wall Street Journal, dopo aver consultato vari esperti e avvocati, ritiene che l’azione legale avviata da General Motors contro il gruppo italo-statunitense, accusato di aver corrotto funzionari sindacali, non andrà da nessuna parte. Nel frattempo una lettera interna inviata ai dipendenti sia di Fca sia di Psa e di cui hanno parlato varie fonti di stampa avrebbe confermato che le due aziende sono al lavoro per arrivare alla definizione di un Memorandum of Understanding entro le prossime settimane, in linea con gli obiettivi dichiarati (ovvero una firma entro Natale).

La fusione vera e propria dovrebbe essere completata nel corso del secondo semestre del prossimo anno. Al lavoro per trovare un’intesa sarebbero una cinquantina di persone suddivise in nove gruppi di lavoro, per funzione aziendale. Ultima ma non meno importante notizia, l’agenzia di rating Fitch ha confermato il rating a lungo termine di Fca a “BBB-” con outlook stabile senza per ora incorporare i benefici di una fusione con Psa, che potrebbe avere implicazioni positive sul rating una volta ufficializzata.

Poco più che simbolico invece l’annuncio dato dal ministero per lo Sviluppo economico di 27 milioni di agevolazioni per lo sviluppo e la produzione di veicoli a motore ibrido ed elettrico negli stabilimenti del gruppo di Melfi, Orbassano e Torino-Mirafiori: i concorrenti internazionali continuano infatti a investire miliardi di euro nel settore (Volkswagen-Audi da sola ha annunciato di volervi puntare 66 miliardi di euro).

Il giudizio degli analisti su Fca

Per ora il flusso di notizie non scuote il titolo Fiat Chrysler Automobiles in borsa, dove anche stamane le quotazioni restano sotto i 13,6 euro per azione, dopo aver perso nell’ultima settimana poco meno del 4%, riportandosi su livelli di poco superiori a quelli di 12 mesi fa nonostante il netto recupero (+17%) messo a segno negli ultimi tre mesi. Il giudizio degli analisti fondamentali, in attesa di novità e dettagli sulla fusione con Psa, resta moderatamente rialzista: a fronte di 11 report con indicazioni positive ve ne sono 10 neutrali e 2 negativi, con un prezzo medio individuato pari a 15,15 euro per azione, che implica un potenziale rialzista di almeno un 10%-11% dai livelli correnti.

Anche i multipli non appaiono eccessivamente tirati: a fronte di un fatturato atteso pari a 108,7 miliardi di euro circa a fine anno e di un utile di 5,39 miliardi di euro ante imposte, l’utile per azione dovrebbe risultare attorno ai 2,6 euro e dunque il P/E corrente essere pari a circa 5,2 volte. Prudenti anche gli analisti tecnici, che dopo gli ultimi cali di quotazioni vedono il titolo Fiat Chrysler Automobiles inserito in un trend moderatamente discendente di brevissimo periodo e per questo consigliano di ridurre le posizioni. A breve-medio termine il trend appare neutrale mentre resta moderatamente positivo a lungo termine.

La fase laterale è confermata anche dall’analisi dello Stacastico e dell’indicatore di forza relativa (Rsi), che non forniscono alcuna indicazione direzionale. Il titolo potrebbe quindi perdere ancora forza scivolando sino sui 13,1-13 euro per azione, non essendo esclusa la possibilità di un’accelerazione al ribasso sino ai 12,9-12,85 euro nel corso della seduta. L’eventuale ritorno d’interesse potrebbe tuttavia consentire un rimbalzo attorno ai 13,85 e poi eventualmente a 14,05 euro, molto vicino al livello (14,10 euro) dove i broker suggeriscono di porre una stop loss all’eventuale strategia ribasssista.

Oltre tali livelli la pausa di consolidamento potrebbe infatti dirsi superata e se l’annuncio del via libera alla fusione giungerà entro le prossime 4 settimane non è da escludere un rally di fine anno di Fca. In quest’ottica chi ancora non fosse entrato sul titolo potrebbe approfittare dello storno di queste sedute per entrare sul titolo a un livello in grado di offrire un potenziale rialzista più interessante.

A cura di Luca Spoldi, Cefa, 6 In Rete Consulting Ceo (www.6inrete.it)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti