Candela white spinning top per il Ftse Mib

A
A
A
Avatar di Pietro Di Lorenzo 9 Dicembre 2019 | 08:45

Il FtseMib ha disegnato una candela white spinning top che prosegue il recupero partito dai minimi di martedì a 22.581 punti. La trendline rialzista scaturente dai minimi del 14 agosto ha svolto egregiamente il proprio lavoro opponendosi alla discesa dei prezzi.

L’impostazione grafica di medio termine rimane quindi rialzista con l’indice delle Blue Chips che si avvia a chiudere l’anno con un lusinghiero +26.52%. La crescente volatilità (dovuta soprattutto ai Tweet di Trump) ha favorito le operazioni intraday  non a caso l’80% delle operazioni giornaliere si sono chiuse in profitto come illustrato in questo articolo.

Siamo sostanzialmente agli sgoccioli dell’anno borsistico considerando che mancano solo 13 sedute al termine del 2019 in quanto borsa italiana rimarrà chiusa: martedì 24 dicembre (vigilia di Natale) mercoledì 25 dicembre (Natale); giovedì 26 dicembre (Santo Stefano); martedì 31 dicembre (San Silvestro).

In sostanza oltre alle prossime due settimane, la Borsa sarà aperta per due lunedì (23 e 30) e un venerdì (27) che saranno tipicamente sedute “festive” caratterizzate da scarsi volumi e volatilità.
A gennaio invece Borsa italiana rimarrà chiusa solo mercoledì 1°,  mentre  giovedì 2, venerdì 3 e lunedì 6 gennaio rimarrà chiuso il mercato After Hour.

Operativamente dopo lo short chiuso a target su Azimut (qui un articolo ad hoc) abbiamo il 100% della liquidità in attesa di cogliere le migliori opportunità in termini di rischio rendimento.

Tra i titoli interessanti in ottica di breve termine segnaliamo:

STM, come previsto, accelera a seguito del superamento di 22.7 euro.  Chi fosse intervenuto, fissi stop loss a 22.4 euro e target a 24 euro.

Prysmian mostra crescente forza relativa (+3.62% nelle ultime 5 sedute) disegnando una Long white che esplode nei volumi e nella volatilità che riporta i prezzi a contatto con la resistenza chiave in area 22 euro. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.

Unicredit archivia la miglior seduta dal 7 novembre riportandosi in prossimità della resistenza psicologica rappresentata dai 13 euro. Possibile intervenire a seguito del breakout di questo livello.

Ci attendiamo grande volatilità su Juventus FC con i diritti legati all’ADC che saranno in negoziazione fino a giovedì 12. I livelli da monitorare sono 1.25 e 1.32 euro.

A2a dopo una lunga discesa mostra interessanti segnali di reazione in area 1.61 euro. Possibile che il minimo di venerdì sia un importante bottom di periodo.

Monitoriamo Cattolica Assicurazioni che si riporta a contatto con l’importante supporto in area 7.1 euro che per diverse volte nelle ultime settimane si è opposto alla discesa dei prezzi. Possibile un tentativo di rimbalzo su questi livelli.

A cura di www.sostrader.it

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Volatilità: a Wall Street presto tornerà nella media

Mercati, Fib ed Euro Stoxx 50 in trading range, Dax in recupero

Borse internazionali: il punto tecnico settimanale

NEWSLETTER
Iscriviti
X