Space economy, Officina Stellare: l’analisi di MarketInsight

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 10 Dicembre 2019 | 09:30

Officina Stellare è sbarcata a Piazza Affari lo scorso 26 giugno si appresta ad accelerare il proprio percorso di crescita all’interno della New Space Economy, potendo contare sulle risorse introitate in sede di collocamento. Officina Stellare stima di raggiungere al 2020 un Valore della Produzione di 13,2 milioni (cagr al 62,3%) e un Ebitda di 4,4 milioni (cagr al 99,6%), forte di un portafoglio ordini di 11 milioni al 30 giugno 2019. Risultati in forte crescita apprezzati anche dagli investitori come dimostra il +35,5% segnato in Borsa dall’IPO ad oggi.

Il modello di business di Officina Stellare

La società veneta è una PMI Innovativa attiva nella progettazione e produzione di telescopi e strumentazione ottica ed aerospaziale d’eccellenza (ground based e space based) offerti ad aziende attive nel settore aerospaziale (B2G e B2B). Officina Stellare sviluppa inoltre beni e applicazioni commerciali immessi direttamente sul mercato con l’omonimo brand, diretti a consumer e prosumer (B2C).

Per continuare a leggere clicca qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azioni Aim, per Fum previsto un ritorno alla crescita già nel 2021. L’analisi

Azioni Star, per Alkemy marginalità in crescita e indicazioni incoraggianti

Azioni Aim, Comal: le nuove prospettive dopo un brillante 2020

NEWSLETTER
Iscriviti
X