Vivere la storia

A
A
A
di Redazione 23 Novembre 2009 | 07:50
Per la prima volta in settant’anni, i Treasury americani non pagano alcun interesse – mentre l’azionario continua imperterrito la salita.

Per gli amanti delle divergenze, questo fatto dovrebbe “divertire” : si tratta di una divergenza a livello fondamentale, ed è anche facile capire che l’errore non sta nelle obbligazioni a zero-interesse, bensì in un mercato azionario “facilitato” nella ripresa da un mare di liquidità prontamente disponibile.

Se non avessimo già vissuto una cosa simile, sarebbe potenzialmente dannoso per l’economia: il 1938 ha visto uno scenario simile: l’S&P 500 era salito del 25% mentre i rendimenti obbligazionari scendevano al 0,05%. Ad inizio 1939, le azioni fecero un tuffo del 34% dopo un rialzo dei tassi da parte della Fed per bloccare una inflazione mai realizzata.

Con la disoccupazione sopra il 10% ed un mercato immobiliare ancora in difficoltà, le obbligazioni del governo americano ancora attirano compratori (psicologia dell’investitore: la paura e l’incertezza predominano). 

Comunque, secondo Bernanke stesso, questa dicotomia è tutt’altro che ovvia. Passando ad altro, questa settimana (il 26 Novembre) negli USA si festeggia il giorno del ringraziamento. I trader americani avranno qualcosa per cui essere grati?  Di solito questa settimana è  uno dei più volatili dell’anno, con un range sull’EurUsd oltre 340 pips e oltre 433 sul cable (contro 270 e 370 rispettivamente, nelle altre settimane). Del resto, ha senso: i trader americani stanno a casa e quindi vi è meno liquidità nel sistema. Poi, il resto del mondo rimane aperto e gli scambi devono comunque avvenire.

Le opportunità ci sono sempre, quindi, per utilizzare questi momenti a proprio vantaggio.

EurUsd – grafico daily

La consueta sezione di analisi tecnica inizia necessariamente con il cambio eurodollaro. Non possiamo infatti non far notare come, ancora una volta, la resistenza fornita dalla trendline, con origine il 3 marzo scorso, abbai funzionato perfettamente ancora una volta.

Stiamo parlando del livello di supporto molto prossimo all’area di 1.48 figura che, perfettamente venerdì, ha contenuto una ripresa del dollaro e continua ad essere “il supporto” da considerare. 1.4965 risulta invece essere la resistenza nell’immediato, consapevoli del fatto che solamente 1.5050 potrà smuovere finalmente le acque. Il dollaro nei confronti dello yen continua a mantenere i livelli visti da una settimana a questa parte.

88.60 ed 89.10 sono i primi due livelli in grado di fornire un’idea della direzione del cambio per la giornata. 88 figura e 89.60 rispettivamente i punti obiettivi se dovessimo assistere ad una rottura.

La salita dell’euro ha permesso al cambio EurJpy di interrompere la propria strada ribassista, che ricordiamo aveva in 131 il proprio obiettivo. Se osserviamo la tendenza ribassista, su un grafico a 60 minuti, notiamo che il punto da considerare per invertire il movimento è dato da 133.25.

Continua la ripresa del cambio EurGbp, dal minimo degli ultimi due mesi di scambi 0.8835. Il livello di arrivo del cambio, per la giornata di oggi, potrebbe essere quel 0.9060 di cui tanto si è parlato a cavallo dell’inizio del mese.

:::::::::::

Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilità per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall’uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento è soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed è previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l’accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l’esattezza e non accetta alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacità di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non è destinato alla distribuzione, o all’utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l’uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex: i target price di Goldman Sachs sui cambi principali

Forex, Euro Index in altalena prima di nuovo forte movimento direzionale

Il punto tecnico sul mercato Forex di Giovanni Maiani

NEWSLETTER
Iscriviti
X