Exor in stand-by in attesa del memorandum d’intesa Fca-Psa

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 16 Dicembre 2019 | 17:00

Exor resta per il momento in stand-by a ridosso dei 69,50 euro, dove transita la media mobile a 21 sedute, all’interno del canale ascendente intrapreso dal titolo all’inizio di quest’anno. Visto però che secondo indiscrezioni stampa l’accordo preliminare con Psa potrebbe essere firmato già domani, il titolo, forte di un’ancora ampia distanza dalla zona di ipercomprato tecnico dei principali indicatori e oscillatori, potrebbe beneficiare di un allungo verso il top di novembre in area 72,50 euro in prima battuta e poi segnare nuovi top da inizio anno in zona 74/74,30.

Di cruciale importanza però posizionare uno stop loss a 69 euro, livello al di sotto del quale il titolo potrebbe accusare l’inizio di un downtrend.

Il ternd di Exor a Piazza Affari nel medio termine

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le reti in Borsa: sugli scudi Finecobank

Raccomandazioni di Borsa: i Buy odierni da A2a a Webuild

Certificati, da Bnp Paribas 17 nuovi Bonus Cap su azioni

NEWSLETTER
Iscriviti
X