Cfd: stralciata dalla manovra l’aumento della tassazione dello 0,04%

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 16 Dicembre 2019 | 14:10

I trader che operano con i Cfd, i Contracts For Difference, hanno di che tirare un sospiro di sollievo: oggi il Governo italiano ha stralciato, come da richiesta di alcuni degli operatori del settore e di alcuni dei più noti traders attivi nel nostro Paese, dalla manovra finanziaria la Tobin Tax su questi prodotti che introduceva un’aliquota dello 0,04% (inizialmente fissata addirittura allo 0,4%).

L’aumento della tassa sui Cfd avrebbe infatti avrebbe portato un danno al bilancio dello Stato con una la perdita netta di gettito (Irpef lavoratori diretti e indotto, Iva indiretta e Capital Gain).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

BG-Saxo inaugura la nuova era del trading digitale

Sabatini (Key To Markets): “In arrivo per i nostri trader un conto corrente e una carta collegata al conto trading”

De Cillis (IG): “Volatilità fa rima con opportunità per trader di Cfd e certificati”

NEWSLETTER
Iscriviti
X