Osservatorio SG SIAT Certificate Radar, ecco le evidenze. Si amplia la gamma certificati di SG

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 18 Dicembre 2019 | 12:16

Societe Generale, banca leader nel mercato degli strumenti quotati e nell’innovazione di prodotto, rende disponibile su Borsa Italiana la seconda gamma di certificati emessi sulla base dei risultati dell’Osservatorio “SG SIAT Certificates Radar”, voluto da Societe Generale e realizzato in collaborazione con SIAT (Società Italiana Analisi Tecnica) per analizzare l’andamento di un selezionato numero di sottostanti attraverso gli strumenti dell’analisi tecnica. Si tratta di 24 nuovi Certificati StayUP e StayDOWN e di 21 nuovi certificati Corridor che sono disponibili sul SeDeX di Borsa Italiana.

L’Osservatorio ha raccolto e analizzato statisticamente i risultati emersi dal secondo sondaggio sottoposto agli associati di SIAT per conoscere le loro previsioni su supporti e resistenze a breve e medio periodo – fine marzo e fine giugno 2020 – in merito all’andamento di 12 sottostanti selezionati da Societe Generale: sei azioni (Assicurazioni Generali, Enel, ENI, Intesa Sanpaolo, Telecom Italia, Unicredit), due indici benchmark (FTSEMIB e DAX), due tassi di cambio (EUR/GBP e EUR/USD) e due commodities (Oro e Petrolio WTI Future).

Le principali evidenze dell’ultimo Osservatorio a cura di Davide Bulgarelli
Presidente di SIAT

  • I dati risultanti dal secondo sondaggio “SG SIAT Certificates Radar” evidenziano che il titolo Generali è atteso in trend laterale e più volatile rispetto alla media dell’ultimo anno.
  • La view rimane più positiva sui titoli Enel ed Eni.
  • La view è leggermente più bearish sui bancari (Intesa Sanpaolo in primis) e su Telecom Italia
  • Sugli indici azionari predomina l’ipotesi di un trend laterale tendente al bearish con bassa volatilità attesa rispetto alla media dell’ultimo anno
  • Dopo l’apprezzamento del pound negli ultimi mesi, la view per i prossimi 3 6 mesi coincide
    con una maggiore propensione per un apprezzamento dell’euro
  • Sul cambio EUR/USD permane la view di un dollaro forte
  • Sull’ oro la tendenza rispetto al primo sondaggio è decisamente più rialzista
  • Infine, sul petrolio prevale la lateralità già evidenziata nel primo sondaggio, con volatilità attesa significativamente minore rispetto alla media dell’ultimo anno.

Per vedere l’osservatorio completo clicca qui.

Tenendo conto dei risultati dell’Osservatorio, Societe Generale ha quindi emesso 45 nuovi Certificati contrassegnati sul sito dal simbolo “SIAT”, le cui barriere sono state fissate in base ai livelli di supporto e resistenza individuati.

Costanza Mannocchi, Head of Exchange Traded Products in Italia di Societe Generale, ha commentato: “Siamo molto contenti della collaborazione con SIAT che ci sta permettendo di arricchire la gamma di certificati di Societe Generale con nuovi livelli di barriere in linea con le previsioni dell’analisi tecnica; in particolare, in base ai risultati del secondo osservatorio “SG SIAT Certificate Radar”, abbiamo deciso di emettere non solo certificati StayUP e StayDOWN, ma anche certificati Corridor per mettere a disposizione degli investitori ulteriori possibilità”.

La caratteristica principale di questi certificati (StayUP, StayDOWN e Corridor) è di rimborsare a scadenza un importo fisso (10 euro lordi) a condizione che, durante la vita del prodotto, il valore del Sottostante rimanga sempre al di sopra (per un certificato StayUP) o al di sotto (per un certificato StayDOWN) di una Barriera prefissata, ovvero, per un certificato Corridor, all’interno di un ‘corridoio’ delimitato da una Barriera Superiore e una Barriera Inferiore predefinite.

Questi certificati, dunque, presentano un profilo di rimborso che prevede due possibili scenari:

  • se durante tutta la vita del prodotto il valore del Sottostante non raggiunge o supera la Barriera (ovvero nessuna delle due Barriere per un certificato Corridor), l’investitore riceve a scadenza 10 Euro per ogni certificato detenuto;
  • se, invece, la Barriera (ovvero almeno una delle due Barriere per un Corridor) viene raggiunta o superata, il certificato si estingue immediatamente e anticipatamente senza corrispondere alcun importo e l’investitore perde tutto il capitale investito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Speciale ITForum, ecco la didattica di Siat in programma

SG in partnership con Siat per individuare le barriere dei certificati

Materie prime: “Buy, don’t hold”

NEWSLETTER
Iscriviti
X