Gpi colloca un prestito obbligazionario di 30 milioni di euro

A
A
A
di Stefano Fossati 23 Dicembre 2019 | 13:30

Gpi, società quotata sul mercato Mta leader nei sistemi informativi e servizi per la sanità e il sociale, annuncia la conclusione del collocamento privato di un prestito obbligazionario non convertibile e non garantito di importo complessivo pari a 30 milioni di euro mirato a supportare principalmente i piani di crescita del gruppo.

I solidi indicatori economico-finanziari del gruppo Gpi, il suo posizionamento strategico all’interno del mercato di riferimento e il comprovato track record di operazioni sul mercato dei capitali – si legge in una nota – hanno generato un forte interesse tra gli operatori specializzati.

L’obbligazione di nuova emissione che prevede un tasso fisso annuale pari al 3,5% e una scadenza a 6 anni, è stata sottoscritta da Cassa Depositi e Prestiti – anchor investor dell’operazione con una quota di 20 milioni di euro – e da Springrowth Sgr, Banco Bpm, Mediocredito Trentino Alto Adige e Finint Sgr per conto della gestione Solidarietà Veneto Fondo Pensione. Con questo investimento Cdp rinnova il proprio sostegno alla crescita delle imprese del comparto delle tecnologie e dei servizi per la sanità e il sociale, settore strategico per l’economia nazionale.

Banca Akros-Gruppo Banco Bpm e UniCredit hanno svolto il ruolo di arrangers e joint bookrunners per l’emissione del prestito obbligazionario.

“L’emissione di questo nuovo prestito obbligazionario – commenta il presidente e AD del Gruppo Gpi Fausto Manzana – dimostra, per valore e condizioni, l’accresciuta confidenza che il mercato manifesta nei confronti del nostro gruppo e conferma la fiducia di importanti investitori, tra cui Cassa Depositi e Prestiti, che hanno deciso di credere in noi. Le risorse raccolte attraverso l’emissione del prestito obbligazionario saranno destinate ai piani di crescita del nostro Gruppo sia attraverso operazioni di M&A che mediante investimenti in Ricerca & Sviluppo necessari per innovare e internazionalizzare la nostra offerta di software, servizi e tecnologie per il mondo sanitario”.

Gpi è assegnataria di un rating Cerved A3.1 come comunicato lo scorso mese di luglio.

Borsa Italiana con avviso n. 26289 dello scorso 20 dicembre ha disposto l’ammissione alle negoziazioni dei titoli di cui al prestito obbligazionario sul sistema multilaterale di negoziazione ExtraMot – Segmento Professionale a decorrere dal 23 dicembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Borsa Italiana e Finlombarda, protocollo di intesa per lo sviluppo dei minibond su ExtraMot Pro3

Iren, su ExtraMot Pro di Borsa Italiana il quarto green bond del gruppo

Enel, su ExtraMot Pro il Sustainability-Linked bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X