Ftse Mib, è Campari il titolo con la migliore performance nel decennio 2010-2019

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 2 Gennaio 2020 | 12:00

E’ Campari il titolo del Ftse Mib che ha segnato la migliore performance nel decennio 2010-2019. Il titolo del gruppo milanese svetta in testa alla classifica, stilata da Forbes Italia, dei 10 migliori titoli azionari della decade appena conclusasi nell’ambito del principale listino della Borsa Italiana, considerando unicamente i dati delle aziende presenti nel Ftse Mib almeno dal 2009.

A dispetto delle numerose revisioni al ribasso dei giudizi degli analisti nella seconda metà del 2019, in particolare dopo gli annunci di acquisizioni internazionali come quella delle messicane Licorera Ancho y Cia e Casa Montelobos – rispettivamente proprietarie dei brand super premium Ancho Reyes e Montelobos Mezcal – per oltre 32 milioni di euro, il titolo Campari ha guadagnato in dieci anni il 346,70%, passando dagli 1,82 euro del 30 dicembre 2009 agli 8,13 euro dell’ultima seduta del 2019.

La classifica di Forbes Italia non tiene conto dei dividendo, in ogni caso va sottolineato che il rendimento da dividendo dell’azienda di Sesto San Giovanni è dello 0,61%, un dato comunque da non trascurare sebbene non ponga Campari in testa alle aziende del Ftse Mib con i migliori dividend yeld. La strategia del gruppo si è concentrata negli ultimi anni sulla creazione di un polo leader a livello mondiale nel settore degli spirits attraverso una politica di acquisizioni all’estero, dopo quelle operate fra la metà degli anni Novanta e il primo decennio dei 2000 prevalentemente in Italia.

Dal cemento alle utility

Dal resto della top ten emerge un mercato azionario che, nell’ultimo decennio, ha premiato i titoli di un colosso di un settore tradizionale – quello del cemento – come Buzzi Unicem (quasi +97% dal 30 dicembre 2009, passando da 11,28 a 22,21 euro per azione), delle utility (Terna, Enel, Snam), dei cavi (Prysmian), della grande finanza (Mediobanca, Generali), dell’aerospaziale e della difesa (Leonardo, che chiude il gruppo dei migliori dieci titoli del Ftse Mib pur registrando un saldo negativo nel decennio, -4,96%), ma anche Atlantia, al sesto posto con un buon +36,35% pur essendo la società finita nell’occhio del ciclone dopo il crollo del ponte Morandi a Genova (agosto 2018) e ancora oggi al centro delle cronache per il conseguente rischio di revoca della concessione autostradale voluto dal principale partito di governo (M5s).

Questa, nel dettaglio, la classifica dei dieci “best performer” del Ftse Mib nel decennio 2010-2019

1. Campari +346,70%
2. Buzzi Unicem +96,99%
3. Terna +91,60%
4. Prysmian +82,68%
5. Enel +71,22%
6. Atlantia +36,35%
7. Snam +29,04%
8. Mediobanca +24,03%
9. Generali +2,72%
10. Leonardo -4,96%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dopo la Serie A, Dazn pensa all’Ipo in Borsa

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Banca Mediolanum a Telecom

Etf, da Ubs AM un innovativo prodotto sul Nasdaq cinese

NEWSLETTER
Iscriviti
X