Eni avanza a Piazza Affari in scia al petrolio e all’attacco americano in Iran

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 3 Gennaio 2020 | 16:00

Eni allunga il passo a Piazza Affari dopo l’attacco americano a Bagdad contro il generale iraniano Soleimani ha spinto il petrolio Wti a toccare il massimo degli ultimi quattro mesi. Nel dettaglio il titolo ha confermato il superamento della resistenza statica posta in area 14 euro proseguendo nel movimento di recupero intrapreso a metà dicembre dopo il test in zona 13,50 del supporto dinamico ascendente di breve-medio periodo.

I prossimi obiettivi tecnici di Eni

Al rialzo i prossimi target del titolo sono individuabili in prima battuta a quota 14,30 e poi in zona 14,50/14,60 euro, sui top dello scorso settembre. Attenzione però: è fondamentale posizionare uno stop loss a 13,90 euro, dove al momento transita la media mobile a 50 sedute.

Da rilevale inoltre che al livello attuale Eni vanta un rendimento del dividendo (dividend yield) del 5,94 per cento.               G.R.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: eventuali ribassi saranno limitati al breve termine

Borse internazionali, lo scenario tecnico della settimana

Mercati: guai a volere anticipare eventuali ribassi dei listini

NEWSLETTER
Iscriviti
X