Istat, retribuzioni aumentano dello 0,2%

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 27 Novembre 2009 | 11:20
Su base annuale, l’incremento registrato nell’indice delle retribuzioni orarie contrattuali rispetto ad ottobre 2008, è del 3,2%.

A fine ottobre, l’indice delle retribuzioni orarie contrattuali, così come calcolato dall’Istat, è aumentato dello 0,2% rispetto al mese precedente e del 3,2% rispetto all’analogo periodo 2008. Sempre del 3,2% è anche l’aumento conosciuto dall’inizio dell’anno al 30 ottobre, rispetto al periodo gennaio-ottobre 2008.

L’incremento congiunturale conosciuto il mese scorso, afferma l’Istat, è il risultato dei miglioramenti economici previsti in nove contratti e dell’aggiornamento degli importi relativi a una o più delle indennità fissate a livello locale per alcuni contratti provinciali degli operai dell’edilizia.

In particolare, gli incrementi più rilevanti si sono conosciuti nei settori dell’acqua e dei servizi di smaltimento rifiuti e metalmeccanica (4,2% entrambi), nel commercio, alimentari, bevande e tabacco (4%), e nei ministeri (3,8%). I minori aumenti, invece, si sono registrati nelle attività dei vigili del fuoco (0,6%) e nei trasporti, nei servizi postali ed attività connesse (1,5%) e nell’agricoltura (1,6%).

L’indice delle retribuzioni orarie contrattuali per l’intera economia, proiettato per l’anno 2009 in base alle sole applicazioni previste dai contratti in vigore alla fine di ottobre 2009, registrerebbe un incremento medio annuo del 3,1%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pil Italia, l’Istat rivede la crescita del terzo trimestre. E il 2021 andrà peggio del previsto

Effetto Covid, persi 500mila posti di lavoro. Ed è solo l’inizio

Pil Italia a -12,8%, calo peggiore dal 1995. Crolla la domanda interna

NEWSLETTER
Iscriviti
X